Redazione Paese24.it

Trebisacce, neo sindaco Mundo subito al lavoro. «Situazione finanziaria drammatica. Informeremo cittadini»

Trebisacce, neo sindaco Mundo subito al lavoro. «Situazione finanziaria drammatica. Informeremo cittadini»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Messi in tutta fretta alla spalle i festeggiamenti e superato stoicamente lo stress di una campagna elettorale molto impegnativa, il nuovo sindaco di Trebisacce Franco Mundo si è tuffato nel complicato lavoro di primo cittadino di un paese che ha bisogno di aggredire in tutta fretta i suoi problemi, anche perché l’imminenza della stagione estiva non concede tregua.

Il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo

«Sgombriamo subito il campo da ogni pregiudizio – ha dichiarato Mundo – : sarò un sindaco imparziale e garante di tutti i cittadini, impegnandomi da subito a lavorare per ricostruire la coesione sociale dopo una campagna elettorale a tratti lacerante». Al primo posto, secondo il sindaco Mundo, c’è da affrontare l’emergenza rifiuti che passa attraverso la rimodulazione della raccolta differenziata, ma non solo. «Il degrado è sotto gli occhi di tutti e una cittadina turistica non se lo può certo permettere: non so se il diffuso degrado dipende dalla ditta che gestisce il servizio e se il capitolato d’appalto veniva osservato, ma è certo che bisogna rivedere tutto, chiedere una maggiore collaborazione da parte dei cittadini e attivare i controlli, sia sull’impresa che sui cittadini che non si comportano bene».

Altro problema cruciale, secondo il neo-sindaco, è la mancanza di liquidità nelle casse comunali ed è ovvio che senza soldi, è difficile far ripartire la macchina comunale. «La situazione finanziaria – ha detto testualmente Mundo – è drammatica: ho già dato disposizione all’ufficio di ragioneria di approntare il quadro della situazione e di quantificare i debiti fuori bilancio, di cui darò conto quanto prima alla popolazione». In realtà è risaputo che il comune da tempo balla sui debiti, al punto che qualcuno ha parlato di rischio-default (dissesto) e che, per garantire gli stipendi ai dipendenti fino a giugno, l’esecutivo uscente aveva accantonato ed escluso da possibili pignoramenti la somma di 3milioni di euro. Ma poi? «Smentisco categoricamente – ha precisato l’avvocato Mundo a questo proposito – ogni ipotesi di dissesto finanziario dell’ente: troveremo le soluzioni più opportune, a cominciare dal taglio agli sprechi e poi cercheremo di riscuotere gradatamente le somme che finora non sono state incassate. Faremo di tutto – ha concluso il sindaco Franco Mundo – per non deludere le aspettative della gente, cercando di recuperare il tempo perso, sia per ricostruire l’immagine di una cittadina moderna ed efficiente, sia per ripristinare il ruolo di comune capo-fila dell’Alto Jonio e lo faremo raccordandoci con gli altri paesi e le altre città del Comprensorio e della Sibaritide».

Poi il sindaco Mundo ha rivelato che entro il 25 di questo mese sarà convocato il primo consiglio comunale per il giuramento formale, per la proclamazione degli eletti e per ufficializzare la Giunta Comunale che nascerà secondo gli accordi con gli altri partiti della coalizione di cui, unico punto fermo, dovrebbe essere la nomina di Andrea Petta, il più votato, come vice-sindaco.

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *