Redazione Paese24.it

Trebisacce, curiosità per scelta assessori. Middonno nuovo segretario comunale

Trebisacce, curiosità per scelta assessori. Middonno nuovo segretario comunale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Palazzo di Città a Trebisacce

Sarà ufficializzato giovedì 24 maggio e inizierà così la sua avventura amministrativa il nuovo esecutivo comunale di Trebisacce guidato da Franco Mundo per la cui formazione si sta lavorando alacremente e, pare, non senza difficoltà. Per tale data è stata infatti fissata la data del primo consiglio comunale che prevede in apertura l’esame di eleggibilità del sindaco e dei consiglieri, quindi il giuramento del sindaco, la scelta e l’ufficializzazione da parte del sindaco della nuova Giunta Comunale e l’elezione del presidente del consiglio comunale; quindi la nomina dei componenti della commissione elettorale, dei rappresentanti dell’ente presso l’Unione dei Comuni “La via del mare” e, infine, lo scioglimento della convenzione con il comune di Villapiana per lo svolgimento in forma associata delle funzioni del segretario comunale.

Uno dei primi provvedimenti adottato dall’avvocato Mundo nelle vesti di sindaco è stato infatti il cambio del segretario comunale che, come è noto, rientra tra le facoltà del sindaco: al posto della dottoressa Loredana Latronico che svolgeva le funzioni di segretaria “a scavalco” tra Villapiana e Trebisacce, come segretario comunale è stato scelto il dottor Nicola Middonno che attualmente svolge le stesse funzioni sia ad Albidona che a Rocca Imperiale.

Allo stesso segretario comunale il sindaco Mundo ha affidato provvisoriamente anche l’incarico di dirigere l’Ufficio Tecnico in attesa che si faccia una scelta ponderata su chi dovrà essere il successore dell’ingegnere Michele Imbrogno che pare non abbia accettato la proposta di una breve proroga da parte del sindaco. Aria completamente nuova quindi nei vertici apicali del comune in attesa di conoscere la nuova squadra di governo a cui sono legate tutte le aspettative per un deciso cambio di passo amministrativo. C’è grande attesa dunque per questi adempimenti che daranno forma e sostanza al nuovo esecutivo e finora c’è in giro un gran chiacchiericcio su presunte pressioni che sarebbero in atto per accaparrarsi un assessorato.

Non essendo intercorso, tranne che per la figura del vice-sindaco (il più votato del PD), un accordo preventivo sui criteri di nomina degli assessori, ognuno si sente autorizzato a giocarsi le proprie carte, forse sottovalutando il fatto che la nomina degli assessori è di stretta competenza del sindaco. Viene così messa in discussione la stessa nomina a vice-sindaco di Andrea Petta, il più votato in assoluto con 465 preferenze, perché non avrebbe rinnovato la tessera del PD per il 2012, dimenticando che chi lo ha votato non gli ha certo chiesto se la tessera era valida o scaduta. Ma si parla anche di diffusi mal pancia sulla nomina di assessore “esterno” all’Ambiente di Schiumerini che è notoriamente “portato” per quel settore. Forse, dice qualcuno, era meglio fare patti chiari prima, anche per evitare di partire con il piede sbagliato e con troppi mugugni.

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *