Redazione Paese24.it

Commemorazione Eccidio di Ceretto. La replica dell’Amministrazione Comunale di Oriolo

Commemorazione Eccidio di Ceretto. La replica dell’Amministrazione Comunale di Oriolo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – In merito alla nostra mancata partecipazione alla cerimonia di commemorazione dell’Eccidio di Ceretto, che si è tenuto il 5 gennaio scorso, corre l’obbligo di fare un breve cenno di chiarezza. I rapporti istituzionali che intercorrono tra le comunità di Oriolo e Costigliole Saluzzo sono saldi e uniti da cortesia e collaborazione. Nei giorni precedenti la manifestazione, cordiali sono stati i contatti e le comunicazioni tra l’Amministrazione di Oriolo e quella di Costigliole Saluzzo, comunicazioni nelle quali si palesava la nostra, seppur con rammarico, impossibilità a partecipare e l’impegno di vederci al più presto. Reciproca è stata anche la sorpresa nel leggere il documento che è stato pubblicato sulla vicenda.

A testimonianza di ciò, riportiamo uno stralcio del discorso tenuto durante la cerimonia dal sindaco Livio Allisiardi, che lo stesso ci ha gentilmente inviato: “Ho ricevuto una comunicazione dalla nuova Amministrazione di Oriolo Calabro guidata da Simona Colotta che segnalava l’impossibilità a partecipare a questa cerimonia. Il nostro legame con Oriolo continua ad essere forte perché costruito sul sangue dei martiri, quelli di Costigliole e Busca e dei due oriolesi Francesco Caruso e Giorgio Giuseppe Caruso; è un’amicizia che nel corso di 12 anni si è costruita giorno per giorno e ha creato un forte legame tra le comunità, lontane geograficamente, ma unite dal grande ponte della nostra memoria”. Parole che ben testimoniano il legame tra le nostre comunità, legame forte e ben saldo basato sulla condivisione di valori forti e cementati dalla memoria.

L’Amministrazione Comunale di Oriolo

Share Button

2 Responses to Commemorazione Eccidio di Ceretto. La replica dell’Amministrazione Comunale di Oriolo

  1. giuseppe pagano 2020/01/13 at 09:14

    Possibile che per motivi così importanti una intera Amministrazione Comunale non riesce a mandare un rappresentante ad un evento di tale portata storico-sociale?Il Sindaco dovrebbe essere più trasparente nelle sue comunicazioni e il mio carissimo amico PIETRO MENO AVVOCATO DI PARTE.

    Rispondi
  2. giuseppe pagano 2020/01/13 at 11:38

    In nessun modo si vuole entrare nelle case degli altri o conoscere le cose personali degli amministratori di Oriolo.Ma la critica,caro mio Pietro,anche quella sbagliata fa parte della democrazia e il Sindaco di Oriolo è stato nella sua esposizione dei fatti molto superficiale ed evasiva.In sostanza non ha dato nel merito una risposta esauriente.Permettimi ,poi,caro Pietro di avere tutto il diritto di conoscere i fatti anche se non cittadino di Oriolo.La democrazia è questo ed altro.Un saluto a tutti gli Oriolani.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *