Redazione Paese24.it

A San Severino dai rifiuti nascono nuovi oggetti e mascherine

A San Severino dai rifiuti nascono nuovi oggetti e mascherine
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

“Il rifiuto torna in vita per tutelare la vita”. E’ il titolo del progetto portato avanti a San Severino Lucano dall’EGRIB (Ente di Governo per i Rifiuti e le Risorse Idriche della Basilicata) e che sarà presentato domani mattina (domenica 5 luglio) in piazza Marconi.

Nel periodo del lockdown sono state realizzate delle mascherine con materiale di riciclo da parte di alcune cittadine volontarie. Domenica, alle 10.30, sarà allestito un piccolo gazebo in cui saranno distribuite mascherine e oggetti ottenuti con materiale riciclato e verranno raccolte delle offerte da devolvere interamente alla Protezione Civile Nazionale. Lo stand sarà aperto fino alle 13.00.

«Siamo particolarmente orgogliosi di questa iniziativa – ha dichiarato il sindaco, Franco Fiore – . Toccheremo con mano come i nostri scarti possono diventare nuovi oggetti. Riciclare significa “valorizzare” i rifiuti ma anche recuperare materie prime, attività indispensabile per aiutare il nostro pianeta, in quanto si riduce il consumo di materie prime, l’utilizzo di energia e l’emissione di gas serra associati. Quindi migliore qualità della vita e dell’ambiente in cui si vive».

Federica Grisolia

Condividilo Subito

One Response to A San Severino dai rifiuti nascono nuovi oggetti e mascherine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *