Redazione Paese24.it

Caos rifiuti a Francavilla Marittima. Le telecamere del sindaco contro gli incivili

Caos rifiuti a Francavilla Marittima. Le telecamere del sindaco contro gli incivili
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Il sistema della raccolta rifiuti a Francavilla Marittima sta creando più di qualche malcontento. Nella fattispecie non sono poche le lamentele dei cittadini nei confronti di una gestione della Raccolta Differenziata, a sentir loro, alquanto approssimativa. Ormai è da qualche mese che, soprattutto nelle aree rurali, si creano cumuli di immondizia lungo le strade, costringendo il Comune ad intervenire di volta in volta per la bonifica. Sicuramente un comportamento da condannare quello dell’abbandono dei rifiuti, dovuto, però, secondo alcuni, proprio al funzionamento a singhiozzo della Raccolta Differenziata che costringerebbe numerose famiglie a conservare in casa le tipologie di rifiuti, con l’organico che crea non pochi disagi in tema di igiene.

Per cercare di venire a capo di questa situazione, una cinquantina di famiglie si sono unite in una sorta di gruppo civico spontaneo cercando una interlocuzione con l’Amministrazione Comunale, stanchi di vedere vere e proprie aree di raccolta rifiuti in alcuni punti del Comune. Hanno proposto al sindaco, Franco Bettarini, la bonifica delle aree, l’installazione di foto trappole o telecamere per individuare gli incivili. I cittadini firmatari della lettera informano che alcuni siti sono stati bonificati, ma tanti altri ancora no, lasciando comunque intendere che le difficoltà che il Comune di Francavilla sta vivendo nella gestione rifiuti sono figlie di una «Raccolta Differenziata inefficace». L’organizzazione di questo servizio “porta a porta” – raccontano i cittadini – «risulta alquanto deficitario, in quanto il calendario per il conferimento dei rifiuti cambia spesso e non tutte le abitazioni vengono raggiunte dal servizio», creando probabilmente una certa esasperazione in tante famiglie, soprattutto nel periodo estivo quando il carico dei rifiuti domestici aumenta.

Fatto sta che lo stesso Comune ha denunciato, a fine agosto, un atto estremo da parte di alcuni cittadini che hanno rovesciato cumuli rifiuti davanti il Palazzo di Città, protestando – riferisce l’Amministrazione Comunale – «per il continuo abbandono illecito sul territorio di spazzatura di ogni tipo». Sempre l’Amministrazione Comunale, condannando il gesto, ha informato dell’intervento dei Carabinieri per avviare le indagini sull’accaduto. «Il gesto di riversare i rifiuti davanti al portone del Municipio – riferiscono da Palazzo di Città – ha mortificato non poco questa Amministrazione Comunale. Queste tipologie di protesta si qualificano come atti di grande inciviltà, pari a quelli di buttare i rifiuti per le strade del nostro territorio». Intanto il sindaco, raccogliendo anche le istanze provenienti dalla società civile, ha firmato un’ordinanza con la quale procede all’installazione di telecamere mobili di videosorveglianza per l’individuazione dei responsabili di abbandono incontrollato di rifiuti nel territorio comunale.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *