Redazione Paese24.it

Protezione Civile, sindaci Alto Jonio a Trebisacce per discutere di sicurezza e prevenzione

Protezione Civile, sindaci Alto Jonio a Trebisacce per discutere di sicurezza e prevenzione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La sede del COM di Trebisacce in piazza Calvario al centro storico

Nell’ambito delle attività di prevenzione intraprese dalla Regione Calabria – Settore Protezione Civile, mercoledì 19 settembre 2012 alle ore 10:30, presso la Sala Consiliare del Comune di Trebisacce, si terrà una riunione tecnico – operativa riguardante le problematiche connesse alla pianificazione d’emergenza a seguito della fenomenologia sismica in corso nell’area del Pollino. Saranno presenti: il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, la Regione Calabria – Settore Protezione Civile, la Prefettura di Cosenza e la Provincia di Cosenza. Parteciperanno: i sindaci nelle veste di Autorità Comunali di protezione Civile ed Ufficiali di Governo, i Responsabili degli Uffici Tecnici e la Polizia Municipale dei Comuni del C.O.M. n. 2 (i 16 Comuni dell’Alto Jonio), i Carabinieri, la Polizia, i Vigili del Fuoco, il Corpo Forestale dello Stato, la Guardia di Finanza, la Guardia Costiera, la Polizia Provinciale, il Personale del 118, il Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Cosenza e tutte le Associazioni di Volontariato.
Nella stessa riunione verrà presentata la guida pratica “IMPARIAMO A DIFENDERCI DAI RISCHI COME COMPORTARSI IN CASO DI…” predisposta dall’Amministrazione Comunale di Trebisacce con sindaco Francesco Mundo e Assessore alla Protezione Civile Dino Vitola. La suddetta guida pratica sarà distribuita successivamente a tutta la popolazione di Trebisacce e servirà a dare a tutti i cittadini una basilare informazione ed una serie di consigli utili per meglio conoscere i comportamenti da assumere nel caso di eventi calamitosi che potrebbero verificarsi. Due sono gli obbiettivi fondamentali di questo incontro: uno è quello tecnico per supportare i Comuni al fine della redazione della propria pianificazione di emergenza (Piano Comunale di Protezione Civile), l’altro è quello di sensibilizzare, di informare e promuovere la cultura della prevenzione, avviando un processo che porti il cittadino ad acquisire padronanza nei comportamenti da assumere in determinare circostanze

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *