Redazione Paese24.it

Amendolara, “Bianca come Maria”. Cala il sipario sul Centenario della Madonna della Salute

Amendolara, “Bianca come Maria”. Cala il sipario sul Centenario della Madonna della Salute
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Si è concluso ieri sera (8 agosto) ad Amendolara Marina con un corto teatrale inedito, a cura dell’associazione culturale “L’Istrione”, l’anno del Centenario della statua della Madonna della Salute, titolare dell’omonima parrocchia. Il corto teatrale scritto da Filomena Presta e dal titolo “Bianca come Maria” ha rappresentato in piazza Madonna della Salute, per la prima volta, i momenti storici, rivisitati in chiave teatrale, che hanno preceduto l’arrivo della statua nel 1920, come raccontato da un nostro articolo al quale la regista si è liberamente ispirata.

Hanno interpretato il corto, Michele Esposito (nel ruolo di Rocco Laviola); Federica Grisolia (nel ruolo della moglie Mariantonia Vitale); Marianna Renne (figlia della coppia); Francesca Esposito (nel ruolo della Vergine Maria). La rappresentazione, che si è tenuta davanti ad un pubblico attento e coinvolto, si è aperta con la scena della partenza del marito per la Prima Guerra Mondiale e con la moglie e la figlia da sole nella lunga attesa verso il ritorno del congiunto. Proprio durante questa attesa, Mariantonia Vitale ha maturato in cuor suo un voto offerto alla Vergine con la speranza di rivedere il caro marito.

In questi momenti di sconforto per le notizie dal fronte che non arrivano e la speranza di un ritorno, era costante nella vita di Mariantonia Vitale, interpretata da Federica Grisolia, la presenza della Vergine Maria, figura celestiale rappresentata dalla ballerina Francesca Esposito con una danza leggiadra e avvolgente sulla scena preparata per l’occasione assieme alla sua insegnante Vittoria Pirillo. Una scena muta – quella presentata dal corto teatrale – arricchita soltanto da gesti, sguardi, movimenti, pose con in sottofondo la lettura della regista accompagnata da suoni e musiche.

Il desiderio di Mariantonia Vitale fu esaudito e come ringraziamento alla Madonna decise di acquistare, con il contributo di altri fedeli, quella statua venerata ancora oggi. Il corto si è concluso con il ritorno del marito che ha riabbracciato simbolicamente la sua famiglia con la Vergine Maria che veglia dall’alto su di loro.

Vincenzo La Camera

 

 

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments