Redazione Paese24.it

Truffa per Reddito Cittadinanza a Corigliano-Rossano. Scattano le denunce

Truffa per Reddito Cittadinanza a Corigliano-Rossano. Scattano le denunce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri del Reparto territoriale di Corigliano-Rossano, a conclusione di una proficua attività d’indagine, hanno scoperto l’ennesima truffa ai danni dell’I.N.P.S., in riferimento all’indebita percezione del cosiddetto “Reddito di Cittadinanza” da parte di 17 extracomunitari di varie nazionalità africane che, tra la fine del 2020 e gli inizi del 2021, hanno presentato domanda per ottenere il beneficio economico, pur non avendo il requisito fondamentale della residenza in Italia da almeno 10 anni.

I militari dell’Arma, da accertamenti espletati, hanno riscontrato che i deferiti, seppur anagraficamente residenti nel territorio di Corigliano-Rossano, non erano reperibili presso gli indirizzi forniti. I 17 cittadini stranieri sono stati deferiti, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari per i reati previsti dall’art. 640 bis c.p. – truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche – e dall’art. art.7 c.1 d.l. 4/2019 – sanzioni per false dichiarazioni al fine di ottenere il reddito di cittadinanza. Nel complesso i denunciati avrebbero ottenuto, a tutto il mese di agosto 2021, l’indebita somma di euro 83.720. E’ stata informata dei fatti anche l’I.N.P.S. che dovrà provvedere all’interruzione immediata dell’erogazione del beneficio.

Antonio Le Fosse

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments