Redazione Paese24.it

Rossano. Pronto Soccorso allo stremo. Nessun filtro per pazienti Covid. Appello a Occhiuto

Rossano. Pronto Soccorso allo stremo. Nessun filtro per pazienti Covid. Appello a Occhiuto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Appello del personale infermieristico dell’ospedale civile “Nicola Giannetasio” di Rossano al presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto e alla stessa Asp di Cosenza, in merito all’emergenza Covid. Al Pronto Soccorso di Rossano si ripropone il problema delle tensostrutture, mai entrate in funzione, che sono state dismesse. Altro problema è quello degli ambienti mescolati, in cui  giungono pazienti da tutte le parti e con varie patologie (aria medica e aria chirurgica), ma  non vengono sottoposti a tampone, prima di accedere all’interno del Pronto Soccorso, come si dovrebbe, lamentano gli addetti ai lavori.

Si scoprono pazienti positivi al Covid che soggiornano vicini a pazienti No-Covid, la denuncia. Non si può continuare ad operare con un Pronto Soccorso misto, senza avere locali idonei. Il poco personale infermieristico, in servizio, è sfinito dall’eccessiva mole di lavoro. Si era deciso, durante la precedente ondata del Coronavirus, di tenere il Pronto Soccorso di Rossano per le numerose emergenze Covid e il Pronto Soccorso di Corigliano per tutte le altre patologie. Il personale infermieristico chiede al nuovo governatore della Calabria, Occhiuto, che si possa trovare una soluzione per evitare ulteriori disagi ed affollamenti all’interno del Pronto Soccorso di Rossano a causa dell’impennata dei casi Covid nell’intera area urbana di Corigliano-Rossano e non solo.

Antonio Le Fosse

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments