Redazione Paese24.it

Roseto Capo Spulico. Autovelox dato alle fiamme nella notte

Roseto Capo Spulico. Autovelox dato alle fiamme nella notte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Vincenzo La Camera – Si è verificato nei giorni scorsi un atto incendiario di origine dolosa all’autovelox installato nel territorio di Roseto Capo Spulico. Uno dei due impianti per il controllo della velocità media situato lungo il tratto ammodernato della SS 106 in direzione Reggio Calabria, al confine con Montegiordano, è stato dato alle fiamme (nella foto) da ignoti durante le ore notturne, presumibilmente utilizzando materiale combustibile, impedendone per qualche giorno la funzionalità. L’avvenimento è stato stigmatizzato dal sindaco di Roseto Capo Spulico, Rosanna Mazzia. «E’ un gesto grave su cui sporgeremo denuncia e che nella migliore delle ipotesi, deve far pensare a quanto siamo diventati refrattari alle regole, anche a quelle banali imposte dal codice della strada a tutela della nostra incolumità e a dove questo ci porterà negli anni». Il sindaco ha inoltre annunciato che dopo l’estate sarà installato un tutor anche sull’altra corsia, direzione Taranto.

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Leo
Leo
4 mesi fa

Atti del genere non hanno alcuna giustificazione, ma addurre a sostegno del rispetto delle regole l’installazione di un tutor che impone la velocità di 90 km/h su una strada a doppia corsia con spartitraffico…neanche!

Stefano
Stefano
4 mesi fa

Il gesto va condannato, ma parlare dell’incolumità pubblica penso che sia una grossa paraculata…. Fosse stato installato nel centro abitato allora avrei giustificato le parole del sindaco. Gli autovelox installati vengono solo utilizzati come bancomat dalle amministrazioni comunali…