Redazione Paese24.it

Rossano. Con l’Incoronazione dell’Addolorata al via la Settimana Santa

Rossano. Con l’Incoronazione dell’Addolorata al via la Settimana Santa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Cristian Fiorentino – Si è tenuta domenica (2 aprile), nella cattedrale “Maria SS. Achiropita” di Rossano, la terza edizione del concerto “Musiche della Passione”. L’esibizione musicale è stata preceduta dalla particolare funzione religiosa composta di due periodi: la benedizione dell’antica corona (datata intorno alla metà del 1800) e della solenne incoronazione della statua della “Beata Vergine Addolorata”. Restyling compiuto dal celebre maestro orafo calabrese Michele Affidato, già noto per i suoi lavori nell’arte sacra, che ha ridato nuova vita al prezioso diadema attraverso un peculiare lavoro di depuramento, ricostituzione e di conservazione. Incoronamento della Sacra Effige, molto venerata dai fedeli, è spettato invece all’arcivescovo Maurizio Aloise. Atto che ha inaugurato la Settimana Santa alla presenza di autorità religiose, civili e militari nonché di molteplici devoti. Manifestazione predisposta dalla “Confraternita M. SS.ma Addolorata”, del priore Umberto Corrado e del segretario Giuseppe Calarota, priore della confraternita “Maria SS. Addolorata” e dal segretario delle confraternite della diocesi e coordinatore regionale Giuseppe Calarota, con i patrocini dall’arcidiocesi di Rossano-Cariati, del Comune, e del Csasi (centro sperimentale arti e spettacolo italiano) e in sinergia con la stessa congregazione. Lo stesso monsignor Aloise ha rammentato l’importanza dell’atto di venerazione alla Madonna che ai piedi della Croce di Cristo ha raccolto l’eredità di Madre dei Cristiani, offrendosi come modello, e a cui i fedeli si devono orientare con devozione. Arcivescovo che ha avuto parole di stima e gratitudine anche per l’artista Affidato, che grazie alle proprie opere rinsalda gli animi cristiani e l’ossequio verso la Madonna.

Momento religioso ben coniugato con la rassegna musicale a tema espressa dalla combinazione del coro polifonico “Semina La Pace” della parrocchia coriglianese “San Giovanni XXIII”, diretto dalla maestra Francesca Langella, e dall’associazione bandistica “A. De Bartolo” Città di Corigliano-Rossano guidato dal maestro Domenico Vasto. All’incoronazione della Madonna il duo coro-banda ha intonato per l’occasione il “Magnificat”. Evento sotto la direzione artistica di Antonio Maria D’Amico e coordinatori della serata Andrea Costantino Levote e Francesca Romeo. Le meditazioni dei “Sette dolori di Maria” sono state esposte dal noto attore rossanese Alessandro Cosentini, interprete teatrale e televisivo, intervallate da pezzi della banda e dai brani del coro “O Fieri Flagelli”, “Stabat Mater”, “Nostra Gloria è la Croce di Cristo” e “Ti Saluto O Croce Santa”. Plausi e gradimenti per tutti i membri dell’orchestra e dei coristi e un particolare riferimento per la prestazione della soprano Maria Rosaria Romio distintasi sopra le righe soprattutto durante il “Stabat Mater”.

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments