Redazione Paese24.it

Consorzio Bonifica Alto Jonio, svolta sulle bollette. Per Commissione Tributaria non si pagano

Consorzio Bonifica Alto Jonio, svolta sulle bollette. Per Commissione Tributaria non si pagano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Repertorio

Repertorio

La dibattuta querelle sulle cartelle del Consorzio di Bonifica di Trebisacce, emesse tramite Equitalia Sud s.p.a., sembra essere arrivata al capolinea. Nelle ultime settimane, il ritornello “pagare le bollette o non pagarle” era entrato di prepotenza nella cronaca del territorio, con tanti proprietari di terreni sul piede di guerra contro un tributo considerato illegittimo perchè non garantiva i servizi derivanti da lavori di bonifica. Da oggi a pensarla così è anche la Commissione Tributaria regionale di Catanzaro che con la sentenza di 2^ grado ribalta la precedente. E se la prima sentenza rigettava i ricorsi, poiché i tributi per l’irrigazione non erano dovuti ma il tributo consortile, richiesto in forza dell’art. 23 della Legge Regionale n. 11/2003, era invece, dovuto; con la seconda sentenza giunta in questi ultimissimi giorni tutto viene ribaltato.

«Sta il  fatto che il consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini dello Jonio non ha alcun piano di classifica regolarmente approvato e comunque, ribadisce la Commissione Tributaria, pur con l’esistenza di un piano di classifica questo,deve essere determinato riguardo alla consistenza degli immobili ed ai concreti benefici  interessanti gli stessi», dichiara l’avvocato Annarita Durso, di Roseto, che come legale e presidente del comitato dei cittadini che si è opposto al pagamento di questi tributi, sta seguendo la vicenda dagli albori.

La sede del consorzio a Trebisacce

La sede del consorzio a Trebisacce

«In buona sostanza – continua soddisfatta il legale – secondo la Commissione Tributariadi 2^ grado non  si può applicare la L.R. n. 11 /2003 se manca un piano di classifica e nel caso di redazione,la contribuzione, anche per soli fini istituzionali, deve esseresubordinata al presupposto che gli immobilidevono risultare effettivi beneficiari dei vantaggi derivanti dai lavori di bonifica  già completati o da completare».

Quindi le famigerate bollette non devono essere pagate? Sembra proprio così. Tant’è che l’avvocato Durso provvederà ad inviare al Consorzio di Bonifica integrale dei Bacini dello Jonio Cosentino in Trebisacce una richiesta di annullamento degli atti di ingiunzione già inviati dall’Area Riscossione ai cittadini. «In mancanza – conclude il legale – ci sarà una pioggia di ricorsi avverso i predetti atti nonché sarà predisposta una querela da depositare alla Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari  per i reati  di truffa ed appropriazione indebita».

ABBONATI A PAESE24 MAGAZINE – SOLO 15 EURO ALL’ANNO!!!

Vincenzo La Camera

 

 

 

Share Button

One Response to Consorzio Bonifica Alto Jonio, svolta sulle bollette. Per Commissione Tributaria non si pagano

  1. antonio 2017/04/05 at 08:28

    salve quindi per le bollette di tributo di bonifica degli anni 2009 2010-2011-2012-2013-2014-2015 sono dovuti o no?grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *