Redazione Paese24.it

Castrovillari. Genitori non rinnovano ticket scuolabus, bimba lasciata a piedi

Castrovillari. Genitori non rinnovano ticket scuolabus, bimba lasciata a piedi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

La denuncia dell’ex consigliere Pino Russo: «Il 2015 è cominciato a Castrovillari all’insegna dello spreco e dei diritti negati»

Scuolabus2

Repertorio

“Ma cosa sta succedendo al Comune di Castrovillari?”. Succede che questa mattina (7 gennaio), una bambina, A.G., residente alle Vigne, frazione della città del Pollino, non ha potuto raggiungere la sua scuola, la primaria “Ss.Medici”, perché le è stato negato di salire sullo scuolabus. La piccola allieva, così, non ha ripreso le lezioni, dopo le festività natalizie, come tutti gli altri bambini. I genitori, infatti, a causa degli aumenti della tariffa, non hanno ancora regolarizzato il pagamento del ticket.

A porsi la domanda l’ex consigliere alla Pubblica Istruzione del Comune di Castrovillari, Pino Russo, che accusa l’Ente, provvisoriamente guidato dal commissario straordinario Massimo Mariani, di negare «il diritto, garantito dalla Costituzione, all’istruzione dei minori, mentre dall’altra ricomincia a dare incarichi a suon di migliaia di euro ad avvocati esterni all’Ente (sottraendo risorse ai servizi), e raddoppia, rispetto al 2013 e 2014, il budget per la stagione teatrale».

«Non possiamo che esprimere il nostro disdegno – dichiara l’ex consigliere Russo – nei confronti di chi umilia i meno abbienti e mette sotto i piedi i principi della Carta Costituzionale. Ribadiamo la nostra ferma volontà a far rispettare i diritti che oggi sono stati negati, invitando l’Ente a far riprendere domani stesso il servizio di scuolabus alla bimba che oggi non ha potuto riprendere le lezioni come tutti gli altri».

 Federica Grisolia

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *