Redazione Paese24.it

Castrovillari si prepara alla 57esima edizione del Carnevale. Colori e maschere con focus sulla Cina

Castrovillari si prepara alla 57esima edizione del Carnevale. Colori e maschere con focus sulla Cina
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

foto14Si accendono i motori per la 57esima edizione del Carnevale e Festival Internazionale del Folklore, in programma dal 7 al 17 febbraio. Un “cult” per la città del Pollino che, da anni, considera la festa in maschera uno dei suoi eventi di punta. Il neo presidente della Pro Loco di Castrovillari, Eugenio Iannelli, con l’intero consiglio di amministrazione, e il direttore artistico, Gerardo Bonifati, si sono messi al lavoro già prima di Natale.

Re Carnevale si presenterà sul suo carro giovedì grasso (12 febbraio) per ricevere le chiavi della città. Si darà, così, il via alle tradizionali “mascherate”: gruppi di persone, a suon di fisarmonica e tamburello, gireranno casa per casa e, in cambio di una bevuta e del salame casereccio, intratterranno i presenti con canti e tarantelle. La “Sirinata dà Savuzizza”, organizzata in collaborazione con il centro anziani “A.Varcasia” di Castrovillari e giunta alla XIV edizione, è una manifestazione dedicata al compianto artista castrovillarese Gianni Francomano.

Domenica mattina (15 febbraio) “Parata della gioia” con i bambini che sfileranno per le vie della città; nel pomeriggio la prima delle due sfilate di gruppi mascherati e carri allegorici. L’altra, per il gran finale di martedì (17 febbraio) quando Re Carnevale saluterà e lascerà il posto alla Quaresima.

Quest’anno – ed è una novità (rispetto ai soliti contributi in denaro) – i componenti dei gruppi potranno usufruire di “buoni spesa”, messi a disposizione dalla Pro Loco, da spendere nelle attività commerciali della città. Da chi fornisce i tessuti al falegname, dal ferramenta a chi si occupa di trucco e parrucco, tutti coinvolti nell’intento di incentivare l’economia locale. Inoltre, come avviene ormai da diversi anni, le scuole saranno parte attiva della manifestazione, vivendo da protagoniste nella creazione dei gruppi mascherati e nella loro esibizione.

Non solo Carnevale ma anche Festival del Folklore. Tanti i gruppi provenienti dall’Europa e dal mondo che hanno fatto tappa nella città del Pollino. Dal 2002, però, il Carnevale di Castrovillari punta solo su una nazione alla volta, con un focus di approfondimento. Da qui, il “Gran Galà del Folklore”, serata dedicata alla cultura di un popolo, espressa attraverso scenografie, costumi, canti e balli tipici. Quest’anno lente di ingrandimento sulla Cina, quasi a ricambiare una visita, da buoni ospiti. Il gruppo della Pro Loco, infatti, lo scorso anno, è volato a Pechino, in occasione del XVI Festival Internazionale del Turismo, a rappresentare la cultura e le tradizioni calabresi.

Novità in vista anche per “Miss Carnevale” che quest’anno diventeràmadrina” della kermesse e verrà eletta con criteri differenti che saranno resi noti nei prossimi giorni.

Federica Grisolia

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *