Redazione Paese24.it

Rocca Imperiale, limone Igp esce allo scoperto. Una prima azienda apre la strada alla commercializzazione

Rocca Imperiale, limone Igp esce allo scoperto. Una prima azienda apre la strada alla commercializzazione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
I limoneti di Rocca Imperiale

I limoneti di Rocca Imperiale

Dal lavoro degli agricoltori a uno dei riconoscimenti più ambiti nel settore agroalimentare. Dalla produzione dei limoni e la nascita del Consorzio di tutela nel 2000 al marchio IGP (Indicazione Geografica protetta) ottenuto nel 2011, dopo un iter avviato nel 2007, ed ora simbolo della crescita di un territorio. Dalla passione alla capacità di fare impresa. Un percorso lungo e complesso che inizia a dare i suoi frutti a Rocca Imperiale, oggi più che mai noto come “il Paese del limoni” e che della produzione ha fatto il suo punto di forza con quel marchio di qualità che l’Unione Europea ha finora riconosciuto a 256 produzioni (tra Dop e Igp nazionali, 15 dei quali calabresi). Una caratteristica importante del marchio europeo per il limone di Rocca Imperiale è quella della monocomunalità, cioè che il frutto può essere Igp solo se coltivato e prodotto in questo comune.

Un territorio, quello di Rocca Imperiale, che è una garanzia per la coltivazione: pianeggiante, circondato da colline e caratterizzato dal clima mite del mare. Succosi, con elevata percentuale di limonene, questa la carta d’identità dei limoni di Rocca, che diventano limoncello, granite, profumi e prodotti per il corpo. Molte aziende artigianali, infatti, lo utilizzano come materia prima, e nella gastronomia locale, tra gli altri usi, per pizza o biscotti al limone.

aaaInoltre, tante sono le iniziative inerenti al frutto giallo: percorsi pedo-ciclabili alla scoperta delle vie del limone; l’arricchimento del centro storico con toponomastiche maiolicate a tema; la festa e la futura accademia del limone. Iniziative che promuovono il territorio e offrono sbocchi occupazionali.

L’azienda agricola di Gaetano Di Leo, produttrice di limoni da tre generazioni, ha appena avviato una collaborazione con la Costieragrumi Srl della famiglia De Riso di Salerno, leader nella lavorazione dei limoni. “L’oro giallo” di Rocca Imperiale si appresta dunque ad aggredire il mercato (dopo due anni di rigorose analisi e precisi studi sul frutto) con professionalità attraverso i tre processi di produzione, lavorazione e commercializzazione. Si partirà con un primo quantitativo di una quarantina di quintali che, dopo le opportune analisi di controllo da parte di Icea (organismo di controllo del limone di Rocca Igp), sono già pronti per essere lavorati presso lo stabilimento De Riso. Entrambe le aziende assicurano «una continua e proficua collaborazione con l’obiettivo di incrementare un rapporto ormai ventennale che porterà benefici a tutto il comparto limonicolo del comprensorio».

Federica Grisolia

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO DELLA CONSEGNA DEL MARCHIO IGP AL LIMONE DI ROCCA IMPERIALE


Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *