Redazione Paese24.it

Castrovillari celebra il suo patrono. Festeggiamenti religiosi e tradizione in onore di San Giuliano

Castrovillari celebra il suo patrono. Festeggiamenti religiosi e tradizione in onore di San Giuliano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
san giuliano facciata

Basilica minore di San Giuliano

Il 27 gennaio a Castrovillari è il giorno dedicato a San Giuliano, patrono della città. Dopo la processione, il vescovo della diocesi di Locri-Gerace, monsignor Franco Oliva, celebrerà, alle 18.30, nella Basilica minore (le cui origini risalgono al XII secolo e che costituisce uno degli edifici sacri di notevole interesse, situata nel centro storico), il solenne pontificale.

Come da tradizione, poi, il rappresentante istituzionale del Comune di Castrovillari, che quest’anno è provvisoriamente il commissario prefettizio Massimo Mariani, consegnerà le chiavi della città al Santo patrono, insieme ai ceri e ai fiori, in segno di “affidamento” di una comunità. Dopo le celebrazioni religiose, curate dal rettore, monsignor Carmine Scaravaglione, e dal responsabile della Basilica di San Giuliano, il cavaliere Giuseppe Di Gaetani, spazio alle tradizioni con “La 38^ Sagra delle vecchiaredde”, dove le fedeli distribuiranno per devozione le tipiche frittelle castrovillaresi.

Il culto di San Giuliano fu introdotto dai Normanni che conquistarono Castrovillari nel 1064 e venne consacrato nella chiesa che sorge in quella che un tempo era la piazza principale di Castrovillari, precisamente nella valletta di Cannarossa, ai piedi del Colle del Lauro. Costruita nel 1090, la chiesa (elevata a Basilica minore nel 2011), fu ampliata nel XVI secolo e, distrutta da un incendio nel 1789, venne poi ricostruita. La facciata presenta un antico portale rinascimentale.

Dopo essere stato inviato da Papa Clemente in città, San Giuliano toccò con il suo bastone una roccia, facendone scaturire acqua sufficiente per soddisfare la sete dei castrovillaresi, chiusi dentro le loro mura a causa della guerra con i paesi vicini. 

 Federica Grisolia

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *