Redazione Paese24.it

Trebisacce. Finisce in carcere dopo aver picchiato la moglie. Raggirano un’anziana ed una pizzeria con soldi falsi

Trebisacce. Finisce in carcere dopo aver picchiato la moglie. Raggirano un’anziana ed una pizzeria con soldi falsi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

picchiaHa malmenato sua moglie di 31 anni causandole gravi lesioni, come un trauma contusivo all’avambraccio destro, un trauma cranico minore e una frattura composta degli ossi nasali. La donna, che ha ricevuto le cure del caso presso il Punto di Primo Intervento della cittadina jonica, è stata ora dimessa e giudicata guaribile in trenta giorni. Il marito, D.E., 32 anni, si è scagliato contro la moglie all’interno della loro abitazione a Trebisacce, nel corso di una lite scaturita per futili motivi. L’uomo, già noto alla giustizia, è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali e condotto presso il carcere di Castrovillari.

__________________________________________________

Sempre a Trebisacce da qualche giorno si aggiravano due loschi individui pronti ad ingannare gli ignari cittadini con banconote false. E per due volte sono andati anche a segno. I due compari, V.B. di 55 anni, e B.G. di 42 anni, in un primo caso hanno raggirato un’anziana del luogo cedendole una banconota falsa da 100 euro e facendosela “cambiare” con diverse banconote buone. In un secondo caso, invece, hanno pagato il conto di una locale pizzeria sempre con una banconota farlocca intascando il resto buono. Ma in seguito ad attività investigativa, i carabinieri li hanno bloccati e denunciati per il reato di introduzione di monete false.

Vincenzo La Camera

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *