Redazione Paese24.it

Rossano, Antoniotti scrive alla Farnesina: “Sulla morte di Bevacqua chiediamo chiarezza”

Rossano, Antoniotti scrive alla Farnesina: “Sulla morte di Bevacqua chiediamo chiarezza”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una missiva per sensibilizzare le istituzioni e far luce su una morte ancora avvolta nel mistero. Il sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, ha scritto al Ministero degli Affari Esteri presso la sede della Farnesina in merito alla tragedia di cui è stato vittima il professor Massimo Bevacqua, docente universitario rossanese ucciso barbaramente un mese fa in Tunisia. Attraverso questa lettera, il primo cittadino di Rossano chiede « l’avvio di ogni utile azione che faccia piena e circoscritta chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla morte del nostro concittadino».

«In merito alla tragedia di cui è stato vittima il Professor Massimo Bevacqua – si legge nella missiva inoltrata lo scorso mercoledì 25 febbraio  al Ministro On. Paolo Gentiloni e all’Ambasciatore d’Italia presso la sede di Tunisi, S.E. Dott. Raimondo De Cardona –  docente presso le università di Roma, Urbino e Tunisi, deceduto nel domicilio di Sidi Bou Said (Tunisia) nella notte tra il 3 ed il 4 febbraio 2015, chiedo agli eccellentissimi esponenti del Governo di voler avviare ogni utile azione affinché si faccia piena e circoscritta chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla prematura e drammatica morte del nostro concittadino. Lo chiedo – ha proseguito Antoniotti – a nome dei familiari ma anche per conto di un’intera comunità, scossa e profondamente addolorata per il dramma della perdita di un figlio illustre della nostra città e della nostra terra di Calabria».

Nel frattempo, il sindaco Antoniotti ha avviato tutte le procedure amministrative e burocratiche per l’intitolazione di una via cittadina al professor Bevacqua.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *