Redazione Paese24.it

Cerchiara, furto nel Santuario. La Fondazione “Santa Maria delle Armi” sarà parte civile

Cerchiara, furto nel Santuario. La Fondazione “Santa Maria delle Armi” sarà parte civile
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Furto sacrilego al Santuario delle Armi di Cerchiara: la Fondazione Morale “Santa Maria delle Armi”, fedele custode fin dal 1517 del Santuario, si costituirà parte civile per il risarcimento del danno e per la condanna degli autori del furto sacrilego «che – si legge nella nota del presidente della Fondazione Luca Franzese – ha offeso  profondamente i sentimenti di migliaia di fedeli devoti della Vergine delle Armi, dispensatrice inesauribile di grazia e di conforto…». Per la cronaca va ricordato che nelle settimane scorse ignoti, nel corso dell’apertura vespertina del Santuario, hanno rubato una coroncina di oro contenuta all’interno di una teca d’argento. Un furto considerato premeditato e sacrilego che, al di là del valore commerciale dei preziosi rubati, ha offeso tutti i cerchiaresi che sono molto devoti alla loro protettrice. Le immagini della video-sorveglianza hanno aiutato a individuare due sospettati nei confronti dei quali le Forze dell’Ordine hanno effettuato delle perquisizioni che però  non hanno dato esito positivo.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *