Redazione Paese24.it

Cassano, un incontro per dire “no” alle trivellazioni

Cassano, un incontro per dire “no” alle trivellazioni
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Cassano risponde presente alla grande manifestazione di massa che si terrà il prossimo 28 di marzo e si prepara con un incontro che si è svolto nell’aula del Consiglio Comunale. L’assise è stata promossa dai referenti cittadini del coordinamento Notriv Magna Graecia. L’aula ha registrato la partecipazione di rappresentanti della Maggioranza e dell’Opposizione, Associazioni e liberi cittadini, tutti interessati all’argomento della discussione ma anche pronti a dire la loro. Nutrita la delegazione del coordinamento NoTriv Magna Graecia di Corigliano.

Nel lungo ed articolato dibattito, sono stati sentiti i pareri tecnici della biologa Telma Crugliano che ha illustrato dati relativi alla salute dei nostri mari e al rischio che provocherebbero le trivellazioni, di Rosa Abate, avvocato, che ha esposto le strade percorribili al fine di scongiurare questo disegno del Governo e di Franco Tufaro, che ha illustrato una mappa ben dettagliata delle aree marine oggetto delle richieste di concessione da parte di alcune compagnie petrolifere. Non sono mancati gli interventi istituzionali, di Francesco Sapia, nella duplice veste di consigliere comunale del M5S e di membro del Coordinamento NoTriv Magna Graecia, che ha incitato la gente di Cassano a dire no a questo ennesimo scempio dopo tutti gli scippi che la Sibaritide ha subito, di Marisa Chiurco, Assessore al Comune di Corigliano, che complimentandosi per l’iniziativa e la partecipazione, ha invitato il Municipio e tutta la gente di Cassano a recarsi alla manifestazione generale prevista per Sabato 28 Marzo nel suo Comune.

I saluti di casa sono toccati all’Assessore Luigi Garofalo, il quale, nel puntualizzare il diniego dell’Amministrazione Comunale alle trivellazioni,  ha assicurato la presenza dell’Amministrazione Cassanese alla manifestazione del 28 ed ha ribadito l’apertura del comune di Cassano a qualsiasi tipo di collaborazione con tutti i comuni dell’alto Ionio coinvolti nella questione NoTriv.   Il dibattito si  è concluso con gli interventi di Francesco Madeo, esponente dell’Anga, giovani ConfAgricoltura, Mimmo Roseti, dell’Associazione Viva la Vida e La Raspa, Natale Falsetta, imprenditore turistico impegnato in prima persona nel coordinamento No Triv. Dalla serata è emersa unanime la  volontà di opporsi al decreto “trivellazioni”, la volontà di opporsi a questi “signori del petrolio” e far sentire forte e chiaro il grido di diniego della nostra comunità: questo “sporco” affare non interessa!

Caterina La Banca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *