Redazione Paese24.it

Oriolo, Emergenza Frana: continua lo stato di allerta in Contrada Santa Marina

Oriolo, Emergenza Frana: continua lo stato di allerta in Contrada Santa Marina
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

La preoccupazione dei residenti: "Rischiamo di rimanere isolati!"

Download PDF

Peggiorano ancora le condizioni della Strada Provinciale 156 che collega Oriolo con San Giorgio Lucano. La frana delle ultime 24 ore che ha interessato il km 6 continua la sua marcia , lenta e inarrestabile con quattro porzioni di strada franate e 3 edifici a rischio crollo. A Oriolo sta piovendo incessantementte da questa notte e le condizioni meteo non prevedono miglioramenti; tutto ciò accresce la preoccupazione e la paura nei residenti. Sono interessate in Contrada Santa Marina, infatti, tre edifici, tra cui una abitazione e un agriturismo, e una cappella degli inizi del ‘900, ma si registrano danni e smottamenti anche in altri punti della contrada. Rispetto a ieri sera la frana è avanzata di oltre mezzo metro e la situazione è tuttora in evoluzione. Sono presenti sul posto, ad assistere impotenti all’incedere dello smottamento, i residenti della contrada e i rappresentanti dell’amministrazione comunale. A Oriolo, inoltre, resta attivo il C.O.C. della Protezione Civile 24 ore su 24, per monitorare constantemente il rischio derivante dall’avanzare della frana.

La frana in Contrada Santa Marina

La frana in Contrada Santa Marina

I residenti lamentano ancora a stamattina l’assenza dei responsabili della Provincia (intervenuti ieri nel pomeriggio). “Quello che sorprende – affermano i cittadini e gli imprenditori del luogo –  è la quantità di acqua che lungo questi sette chilometri di strada provinciale si riversa in gran parte sul manto stradale e nei terreni, a causa dell’ostruzione dei canali di scolo dovuta a porzioni di terra e fogliame che da troppo tempo non vengono rimossi. I pozzetti di raccolta delle acque risultano così intasati e l’acqua non trovando un percorso che la incanali fino a valle, si riversa nelle abitazioni”. Come già detto, la situazione di pericolo era già stata segnalata agli organi competenti, per la frana che aveva interessato nei mesi passati il km 0 della Sp 156. Ma il rischio che si corre tuttora è che, con un peggioramento delle nuove frane al km 0, l’intera contrada possa rimanere completamente isolata. Il danno che ne consegue alle aziende agricole locali e agli allevamenti, privi di forniture, è ingente, senza dimenticare che tuttora una famiglia ha già perso la propria casa e che in quell’area risiedono circa ottanta persone tra cui donne, anziani e bambini.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *