Redazione Paese24.it

Trebisacce, questione rifiuti. Mundo si appella ai cittadini. «Isoliamo gli incivili»

Trebisacce, questione rifiuti. Mundo si appella ai cittadini. «Isoliamo gli incivili»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Viale Saraceno ripulito

«In raccordo con l’impresa Marchese concessionaria del servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani abbiamo dato il via ad una pulizia straordinaria del paese, iniziando dalle zone più periferiche che risultano più degradate, ma ci siamo subito resi conto che molti cittadini non hanno ancora recepito il messaggio e non collaborano, vanificando così lo sforzo messo in atto da parte nostra e della City-Net. Invitiamo perciò la cittadinanza tutta a collaborare ed a concorrere a isolare queste persone».  E’ l’appello lanciato attraverso la stampa, ma anche attraverso i megafoni di un’auto che ha girato ieri per le vie cittadine per tutta la giornata, dal neo-sindaco di Trebisacce Franco Mundo trovatosi a risolvere la prima grana sul terreno della pulizia e della riqualificazione ambientale del paese.

Rifiuti abbandonati in via Duca di Genova

Tutti concordano che la raccolta differenziata “porta a porta”, attivata dal comune da circa due anni, è la via maestra per smaltire i rifiuti in forma corretta ma non tutti i cittadini finora hanno risposto all’appello. Comunque sia, pur sapendo che la strada della sensibilizzazione è lunga e faticosa, il sindaco Mundo sembra molto deciso, anche se  si è reso subito conto in prima persona, seguendo i lavori degli operatori, che gli uomini ed i mezzi dell’impresa ripulivano i punti critici dove, nonostante i cartelli di divieto vengono abusivamente smaltiti i sacchetti della spazzatura ed i soliti “furbi”, recalcitranti ad ogni appello, appena compiuta l’operazione-pulizia, si affrettavano a depositare altri sacchetti negli stessi punti. (Nella foto uno dei punti critici subito dopo lo smaltimento dell’esistente).

Il sindaco ha già chiesto di intensificare i controlli ai Carabinieri, ai Vigili Urbani ed ha chiesto anche la collaborazione della Polizia Provinciale. «Nei prossimi giorni – secondo quanto ha tenuto a precisare il primo cittadino – continuerà l’operazione pulizia-straordinaria del paese e se sarà necessario, – ha concluso l’avvocato Mundo – fioccheranno le prime sanzioni, perchè la vita di una comunità civile è basata sui diritti ma anche sui doveri».

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *