Redazione Paese24.it

Cassano, querelle sui seggi. Papasso rilancia: «Maggioranza attribuita solo dopo ballottaggio»

Cassano, querelle sui seggi. Papasso rilancia: «Maggioranza attribuita solo dopo ballottaggio»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

“Esulto per il risultato del 40%  che abbiamo raggiunto al primo turno. Ora, però, chiedo agli elettori al ballottaggio di darmi ancora più fiducia che vi prometto non tradirò per il bene di Cassano”. Sono le parole che Gianni Papasso ha pronunciato ieri mattina nel corso di una conferenza stampa convocata assieme a tutto il centrosinistra unito e svoltasi nel salone delle Terme Sibarite. Una sorta di consuntivo quello di Papasso su quella che è stata la prima parte della tornata elettorale infiammatasi sui titoli di coda sulle voci di una presunta maggioranza di centrodestra già costituita in consiglio comunale.

Querelle, che seppur rientrava nel tema della conferenza stampa, (“In Consiglio nessuna maggioranza già costituita: i seggi si attribuiranno dopo il risultato finale. Prima del ballottaggio: Confrontiamoci sui problemi”)  è stata subito archiviata dopo il qualificato intervento dell’avvocato Gianni Grisolia del foro di Castrovillari: “noi oggi, ha spiegato, non dobbiamo scrivere nessuna sentenza, ma registrare solo l’uso distorto di una interpretazione della legge elettorale che il centrodestra sta usando al solo scopo di influenzare l’elettorato. La verità dei fatti sancita dalla giustizia amministrativa, ha affermato, dice invece che la maggioranza dei seggi si attribuirà solo in base all’esito del ballottaggio. Ciò, ha aggiunto, per un principio cardine, quello della certezza della governabilità”.

Ringranziando quanti lo hanno sostenuto, Papasso ha evidenziato il risultato ottenuto al primo turno, in cui gli elettori gli hanno tributato quasi il 40% dei voti, circa il 3% in più rispetto alle liste che lo sostenevano, “segno questo, ha sottolineato, che anche elettori degli altri schieramenti hanno scelto me quale candidato sindaco. Per noi, ha aggiunto, questo è un risultato rilevante perché conquistato senza il Comune nelle mani, senza il potere; non abbiamo avuto dalla nostra l’Asp di Cosenza, il Consorzio di bonifica o altri centri di potere utilizzati dal centrodestra, denuncia Papasso, per barattare il consenso in cambio di favori personali. Tanti soldi sono stati messi in campo per accaparrarsi voti. Noi, invece, abbiamo contato solo sulla voglia di coinvolgere sempre più gente nel nostro progetto comune. Sui programmi, sugli obiettivi da raggiungere per Cassano, contando per questo anche sull’appoggio del neo eletto sindaco di Trebisacce Franco Mundo (presente alla conferenza stampa), per un’alleanza comune Cassano-Trebisacce per rilanciare la Sibaritide e l’Alto jonio”.

Leonardo Guerrieri

 

 

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *