Redazione Paese24.it

Oriolo, alunni a scuola di… sessualità e alimentazione

Oriolo, alunni a scuola di… sessualità e alimentazione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Si è concluso il progetto “Crescita e Benessere” organizzato dall’Istituto Omnicomprensivo di Oriolo (guidato dal Dirigente scolastico Vincenzo Gerundino) in collaborazione con gli operatori delle Asl e gli istituti di Montegiordano e Roseto Capo Spulico; una serie di incontri/lezioni con gli alunni delle scuole medie, realizzati con l’obiettivo di diffondere (attraverso interventi differenziati a seconda dell’età degli alunni) conoscenze e abitudini comportamentali che contribuiscono al benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi.

I corsi per gli alunni delle prime classi si sono incentrati sull’educazione alla relazione, con un programma basato sulla prevenzione e la riduzione dei comportamenti aggressivi, per migliorare le capacità relazionali dei bambini e sviluppare una maggiore capacità di autovalutazione, tramite incontri con gli psicologi dei consultori, letture specifiche e un incontro conclusivo con i genitori.

Gli alunni delle seconde classi hanno affrontato il tema dell’educazione alimentare (con i docenti di lettere, di tecnica e di scienze). I corsi sono stati finalizzati quindi alla comprensione dei benefici di una dieta equilibrata e di come una corretta educazione alimentare sia il presupposto fondamentale per la tutela della propria salute. Il programma si è sviluppato attraverso lezioni sulle abitudini alimentari, sui principi nutritivi, sullo studio delle etichette degli alimenti e delle pubblicità alimentari.

Gli incontri con i ragazzi delle terze classi (curati dagli insegnanti di scienze, di lettere e di religione) hanno avuto invece come oggetto l’educazione all’affettività e alla sessualità; il programma si è basato sui temi della responsabilità delle scelte nel comportamento relazionale e sessuale, con lo sviuluppo dei temi dell’affettività e della sessualità nei suoi risvolti culturali, biologici, relazionali, ludici e riproduttivi.

Luigi Adinolfi

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *