Redazione Paese24.it

Terremoto nel Cosentino. Nella zona del Pollino torna la paura

Terremoto nel Cosentino. Nella zona del Pollino torna la paura
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.4 è stata registrata alle 6.31 nel Mar Tirreno, al largo di Scalea. L’epicentro è stato localizzato ad una profondità di 11 chilometri. Secondo i primi accertamenti, non ci sono stati danni né a Scalea, né nei centri del circondario, ma la scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione in tanti paesi del Cosentino. Molte le persone che, in preda alla paura, hanno abbandonato le loro case e si sono riversate in strada. Tante anche le telefonate ai vigili del fuoco che, insieme ai Carabinieri e alla Polizia di Stato, hanno avviato un’ampia attività di ricognizione in tutta l’area dell’Alto Tirreno.

«Dalle verifiche effettuate non sono stati segnalati danni a persone o cose». Lo riferisce il Dipartimento della Protezione civile.

La scossa è stata avvertita distintamente anche a Castrovillari e nel territorio del Pollino, dove la memoria è tornata alla scossa di magnitudo 5.2 che colpì Mormanno il 26 ottobre del 2012 provocando ingenti danni a infrastrutture e case, e danneggiando anche l’ospedale civile che fu sgomberato e poi ristrutturato con i fondi del sisma. Ancora oggi nella cittadina del Pollino sono in corso i lavori per il ripristino dei luoghi e delle abitazioni. Molti abitanti furono costretti a lasciare le loro abitazioni per cercare nuova collocazione.

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *