Redazione Paese24.it

“Villaggio della Speranza”. Nel cosentino, visite mediche gratuite per le persone disagiate

“Villaggio della Speranza”. Nel cosentino, visite mediche gratuite per le persone disagiate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

La Comunità parrocchiale di Donnici (Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano), guidata da Don Santino Borrelli, proseguendo nelle iniziative che già da tempo sono state avviate, anche per un progetto di inclusione, esprimendo il carisma dell’accoglienza, sta realizzando, nel complesso parrocchiale di Donnici Superiore un “Villaggio della Speranza” capace di accogliere gruppi di giovani, provenienti anche da altre aree geografiche, intenzionati a fare esperienze di fede e di vita comunitaria. In tale contesto è stato ammodernato un salone parrocchiale, capace di contenere oltre 100 persone comodamente sedute, per incontri comunitari, e ha arredato una casa parrocchiale, per ospitare gruppi, fino a 24/25 persone.

È solo il “primo passo” – spiegano gli organizzatori parrocchiali – di un progetto più ampio che prevede la realizzazione di: un “centro” dove medici volontari potranno prestare cure a titolo gratuito anche specialistiche, a persone disagiate; una casa di accoglienza per donne e minori vittime di violenza di genere; una casa dove poter ospitare coniugi in crisi familiare e poterli anche seguire per la risoluzione di tutte le problematiche conseguenti; un centro di aggregazione per giovani e ragazzi. Domenica prossima, 15 dicembre, alle ore 18,00, presso il ristrutturato salone parrocchiale di Donnici Superiore, si terrà una manifestazione di “apertura” del “Villaggio della Speranza” con un convegno/concerto, nell’ambito del quale don Santino Borrelli, presenterà il progetto “spes nostra” e lGianmario Coltellaro relazionerà sul tema “come accogliere per generare speranza”. Seguirà, poi, un concerto per soprano, flauto e arpa a cura di Francesca Donato, Angela Intrieri ed Emanuela De Zarlo.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *