Redazione Paese24.it

La stazione ferroviaria di Sibari entra nel circuito delle Sale Blu

La stazione ferroviaria di Sibari entra nel circuito delle Sale Blu
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Da oggi, anche nella stazione ferroviaria di Sibari di Cassano allo Ionio si potrà richiedere l’ausilio di operatori che li assisteranno le persone con disabilità o ridotta mobilità nella fase di salita o discesa dal treno e nel percorso compreso fra la banchina e l’area biglietteria. Il servizio, gratuito, è prenotabile con almeno 12 ore di anticipo attraverso il Circuito Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), costituito da 14 Sale con sede nelle principali stazioni italiane e disponibile, da oggi, in 320 scali ferroviari.

Le Sale Blu possono essere contattate anche telefonicamente al numero verde gratuito 800.90.60.60 (da telefono fisso), al numero nazionale 02.32.32.32 a tariffazione ordinaria (raggiungibile da telefono fisso e mobile) o tramite l’indirizzo mail della sede prescelta (per Reggio Calabria salablu.reggiocalabria@rfi.it). Inoltre, attraverso il portale Sala Blu on line – registrando i propri dati anagrafici, i contatti e le specifiche esigenze di viaggio – è possibile richiedere l’assistenza direttamente dal web. Maggiori informazioni su www.rfi.it nella sezione Accessibilità stazioni. Nel 2019 sono stati oltre 400mila i servizi di assistenza garantiti dalle Sale Blu di RFI sull’intero territorio nazionale. Di questi, 6mila sono stati effettuati attraverso la Sala Blu di Reggio Calabria, che coordina i servizi nelle stazioni del circuito PRM della Calabria, da oggi diventate 12 con l’inserimento di Sibari. In Calabria, oltre a Sibari, il servizio è disponibile anche a Catanzaro Lido, Cosenza, Crotone, Lamezia Terme, Gioia Tauro, Paola, Reggio Calabria Centrale, Rosarno, Scalea, Vibo Valentia e Villa San Giovanni.

Redazione 

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *