Redazione Paese24.it

A Castrovillari il “Covid-19 Hospital”

A Castrovillari il “Covid-19 Hospital”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

L’ospedale di Castrovillari è pronto, qualora ce ne fosse la necessità, ad entrare nella rete sanitaria ospedaliera per la gestione dell’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus. L’Asp di Cosenza con una determina firmata oggi (giovedì) dal commissario straordinario Giuseppe Zuccatelli individua il presidio ospedaliera della Città del Pollino come “Covid-19 Hospital”. «Tra tutti i presidi dell’Asp di Cosenza – riporta la determina – si è individuato l’ospedale di Castrovillari da dedicare all’emergenza Covid 19 perchè presenta i requisiti previsti con la possibilità di isolare i pazienti affetti da Coronavirus».

Si procederà ad istituire 38 nuovi posti letto, così suddivisi: 10 posti per Terapia Intensiva Generale e Anestesia; 14 posti per Terapia Intensiva e Sub Intensiva Respiratoria; 14 posti per Pneumologia. In attesa dei concorsi per i direttori delle Unità Operative Complesse di Anestesia e Rianimazione, Pneumologia e della istituzione della Unità Operativa Complessa di Terapia Intensiva e Sub Intensiva Respiratoria, riapre il reparto di Pneumologia – chiuso alcuni giorni fa – con il personale già in servizio della stessa unità, coadiuvati nell’espletamento della turnazione di servizio dal personale della Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione. L’attività di Endoscopia Toracica – si legge nella determina – viene affidata temporaneamente al dottor Francesco Tirone, già direttore della stessa U.O.C. ed oggi in pensione. Il coordinamento di tutte le attività delle U.O.C. in oggetto viene affidato al dottor Giovanni Malomo sotto le direttive del direttore sanitario del presidio Castrovillari, dottor Lello Cirone.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *