Redazione Paese24.it

Albidona. Con “Memorie di un artigiano” alla scoperta di rituali e antichi mestieri

Albidona. Con “Memorie di un artigiano” alla scoperta di rituali e antichi mestieri
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Da poco è stato pubblicato su Youtube “Memorie di un artigiano”, reportage ideato e girato dal videomaker Pasquale Valicenti, di Amendolara con musiche e fotografie di Rocco Leonetti, di Albidona ma trapiantato a Trebisacce. Il lavoro audiovisivo si svolge ad Albidona e il protagonista è Luigi Rago, detto il “Baffo”, soprannome datogli  per via dei folti baffi che portava  in gioventù. Il ruolo centrale non è solo di Luigi, ma anche dei suoi ricordi, e delle attività ormai in estinzione che con orgoglio porta avanti. Luigi, è uno degli ultimi campanari a svolgere questa attività come usava fare un tempo; ogni volta che si presenta una funzione religiosa sale sul campanile che domina il paese e attraverso i batacchi suona le campane, i cui rintocchi, risuonano nei vicoli di Albidona che sembra abbia opposto resistenza a quel progresso che rende tutto una colata di cemento.

Un altro lavoro che sta cadendo in disuso e che “il Baffo” porta avanti nel tempo è l’arte di intagliare il legno, e lo fa all’interno della sua bottega non con macchinari elettrici, ma con gli utensili come si suol dire di “una volta”. Valicenti e Leonetti spiegano come questo reportage sia nato nell’autunno scorso, in un giorno in cui si ritrovarono a parlare di Luigi e delle sue ormai singolari lavori. Il progetto ha avuto una lavorazione di circa tre mesi e mezzo. “Memorie di un artigiano” è suddiviso in quattro capitoli: Il rintocco delle campane, Fede e devozione, L’arte del legno e Memorie di un artigiano, della durata complessiva di 40 minuti. Nell’arco dei quattro capitoli, Luigi, attraverso ricordi, riflessioni e aneddoti  ci trasporta in un tempo che ormai sembra non esistere più.

Francesco Agrelli

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *