Redazione Paese24.it

Taglio alberi a Montegiordano. Comitato cittadino chiede accesso agli atti

Taglio alberi a Montegiordano. Comitato cittadino chiede accesso agli atti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

A seguito dell’operazione che ha visto il taglio di 78 pini marittimi sul lungomare e dopo che il sindaco Rocco Introcaso ha ampiamente spiegato ai cittadini – anche attraverso la nostra testata – le motivazioni di tale scelta, si è costituito a Montegiordano un comitato cittadinoPer la tutela del lungomare di Montegiordano”, guidato dal medico Francesco Fiordalisi, già sindaco del comune dell’Alto Jonio cosentino sino ad un anno fa.

«Quale promotore e rappresentante del comitato cittadino – scrive Fiordalisi -, costituito a seguito degli avvenimenti per cui la stampa è stata interessata anche su segnalazione dell’avvocato  Carlo Salvo, nostro concittadino, diamo comunicazione che è stata inoltrata istanza di accesso agli atti ai sensi della L. n. 241/90, per acquisire copia conforme dell’Ordinanza del Sindaco di Montegiordano e della autorizzazione  all’abbattimento di buona parte della vegetazione  mediterranea (della specie ‘pino’) presente sul lungomare cittadino, fino all’area ‘villetta’, dove anche i muri di contenimento sono stati compromessi. Medesime richieste – continua il dermatologo – sono state notificate ai Carabinieri di Rocca Imperiale e per competenza ai Carabinieri Forestali di Oriolo e Trebisacce, chiedendo, formalmente, se l’abbattimento degli alberi, presenti sul litorale, più vicini verso la spiaggia, fosse consentito e se le tutele paesaggistiche siano state rispettate attraverso un parere da parte degli Uffici preposti. Ulteriori informazioni sono state richieste sulle società che hanno eseguito le opere e sui rapporti di consulenza tra l’Amministrazione Comunale  e i tecnici che hanno attestato la pericolosità degli alberi presenti sulla nostro litorale da oltre cinquant’anni.

Il comitato cittadino “per la tutela del lungomare di Montegiordano”, acquisiti documenti richiesti in dodici punti, valuterà, poi, la eventualità di informare la competente autorità giudiziaria per quanto di competenza.

Redazione

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *