Redazione Paese24.it

Primo caso di Coronavirus a Villapiana

Primo caso di Coronavirus a Villapiana
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Primo caso di contagio da Covid-19 a Villapiana quello venuto alla luce oggi 17 aprile 2020 a seguito dell’esame del tampone eseguito sulla signora del luogo dimessa circa 10 giorni addietro dalla RSA “Villa Torano” dove la stessa signora era degente per un ciclo di riabilitazione fisio-terapica. “Villa Torano”, con i 58 casi di contagio da Coronavirus venuti finora alla luce, si conferma quindi come il più grosso focolaio di contagio di tutta la Calabria che si è ingigantito col passare dei giorni per dei motivi poco chiari sui cui la magistratura dovrà fare luce.

Negativo invece, per fortuna, l’esito del tampone eseguito nella stessa giornata di oggi nei confronti del figlio della signora, che risulta essere un dipendente comunale. Quest’ultimo risultato è stato perciò accolto con un sospiro di sollievo nella casa comunale di Villapiana all’interno della quale il suddetto dipendente comunale, qualora avesse contratto il contagio, lo avrebbe potuto trasmettere sia agli amministratori comunali che ai colleghi d’ufficio. Anche per questo ilsSindaco Paolo Montalti, appena venuto a conoscenza del caso, aveva fatto sanificare tutti gli ambienti dei Comune praticati dal suddetto dipendente. A farsi portavoce del primo caso di contagio a Villapiana ed a tranquillizzare la comunità locale è stata la stessa amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Montalti che ha rivolto un messaggio urgente alla popolazione locale: «Abbiamo appena avuto gli esiti dei due tamponi eseguiti nella giornata odierna: la paziente dimessa da “Villa Torano” è risultata positiva al tampone effettuato mercoledì 15 Aprile. Mentre il familiare, dipendente comunale, non ha contratto il virus come comprovato dall’esito negativo del tampone. La paziente dimessa – si legge ancora nella nota del Comune – ha contratto in contagio da Covid-19 durante la sua permanenza nella struttura di Torano ma, fortunatamente, non lo ha trasmesso al congiunto. La stessa paziente risultata positiva, – si legge ancora – poiché non presenta disturbi gravi, continuerà l’isolamento presso il proprio domicilio di Villapiana e sarà monitorata costantemente dai medici, mentre il congiunto e tutta la sua famiglia, pur vivendo in abitazioni diverse, termineranno la quarantena disposta dal sindaco Montalti nella loro abitazione. Non si può parlare, quindi, – si legge infine nella nota proveniente dalla casa comunale – di un focolaio riguardante la città di Villapiana, in quanto l’unico caso di Coronavirus accertato proviene dalla RSA di Torano».

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *