Redazione Paese24.it

Comune di Oriolo replica al sindaco di Villapiana: «Contagi non collegabili al nostro paese»

Comune di Oriolo replica al sindaco di Villapiana: «Contagi non collegabili al nostro paese»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

L’Amministrazione Comunale di Oriolo replica a quanto diffuso sui social network dal sindaco di Villapiana, Paolo Montalti che afferma come i due nuovi casi di Coronavirus registrati in paese siano riconducibili al focolaio di Oriolo, prima che questo comune diventasse “zona rossa”. «L’affermazione del sindaco appare priva di ogni fondamento – replica l’assessore del Comune di Oriolo, Davide Mazziotta. Non vi sono allo stato dichiarazioni dell’ASP di Cosenza – continua Mazziotta nella nota redatta a quattro mani assieme al consigliere di minoranza, Giorgio Battarino – sulla base delle quali poter affermare, ogni ragionevole dubbio, che i contagi di Villapiana siano riconducibili al focolaio di Oriolo». Mazziotta ricorda che dal 24 febbraio si è attivato per mettere in atto tutte le contromisure necessarie per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. «Nonostante ciò, si sono registrati nen 27 casi di Covid-19».

«L’emergenza è stata prontamente gestita evitando che l’infezione virale si estendesse al resto della popolazione, costituita prevalentemente da persone ultrasessantenni. Abbiamo dato attuazione ai protocolli nazionali e locali, abbiamo provveduto a rintracciare la rete di contatto dei singoli soggetti coinvolti, informato e chiesto l’intervento della competente A.S.P. di Cosenza». Nel comune di Oriolo sono stati effettuati circa 200 tamponi, di cui la maggior parte risultati negativi. Questa operazione ha permesso di circoscrivere il virus per poterlo aggredire. «Far risalire al focolaio di Oriolo i due casi di Villapiana, senza conoscere la sorgente del contagio è notizia infondata ed inattendibile – precisano Mazziotta e Battarino. Una simile notizia in questa fase di assoluta emergenza rischia solamente di creare inutili allarmismi tra le popolazioni coinvolte». «Nell’auspicio di venire fuori il prima possibile da questa pandemia, l’Amministrazione Comunale di Oriolo, colpita essa stessa in prima persona dal virus –conclude la nota – esprime la propria vicinanza e un augurio di pronta guarigione a tutti i cittadini di Villapiana positivi al Covid-19».

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

One Response to Comune di Oriolo replica al sindaco di Villapiana: «Contagi non collegabili al nostro paese»

  1. giuseppe pagano 2020/04/28 at 14:34

    Pare si sia arrivati ad un punto tale che il Sindaco di un paese dove si sono avuti casi di Coronavirus si sente in dovere di giustificare tale “disgrazia”.Pare che un paese con casi di Covid-19 sia maledetto da DIO e i suoi abitanti degli “appestati”.Come dire:ci sono persone affette dal virus ma la colpa non è nostra.Che pochezza culturale,umana e spirituale.Si sono chiusi interi comuni e i loro cittadini recintati.Si sono transennate tutte le uscite della statale 106 quando bastava semplicemente rispettare e far rispettare le direttive emanate dal Governo Centrale.Il virus può entrare ovunque ma ciò non vuol dire essere colpiti da una maledizione.Tutti e non solo i nostri “primi cittadini” abbiamo il dovere di rispettare le regole perchè solo attuando comportamenti idonei tuteliamo la nostra salute e quella degli altri.Tutto il resto non ha alcun senso.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *