Redazione Paese24.it

Bando “Resto al Sud”. A Trebisacce uno sportello di consulenza

Bando “Resto al Sud”. A Trebisacce uno sportello di consulenza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Il Comune di Trebisacce, grazie all’impegno della delegata alla Formazione Antonella Acinapura, e dell’assessore all’Istruzione Roberta Romanelli e in collaborazione con Invitalia, apre uno sportello di consulenza per il bando nazionale “Resto al sud”. Si tratta di una iniziativa che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e  professionali in  Calabria ed in altre regioni del Meridione. L’incentivo è destinato a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 45 anni. Attraverso il bando potranno essere finanziate  attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, turismo, attività libero professionali (sia in forma individuale che societaria).

“Il Comune di Trebisacce – ha dichiarato l’Assessore Romanelli – è tra i primi in Calabria a promuovere l’apertura di un vero e proprio sportello dove qualificati esperti potranno rispondere ai dubbi e alla domande che verranno posti da tutti gli interessati. Come Amministrazione Comunale, abbiamo accolto l’invito della dottoressa Mimma Adduci, che ci ha segnalato questa importante possibilità per il territorio”. Nelle prossime settimane, a causa dell’emergenza Covid-19, la consulenza sarà solo telefonica. Appena le misure per il contenimento della diffusione del virus lo permetteranno sarà attivo uno spazio fisico dove incontrare gli utenti. Per info: 3661105483.

Redazione

 

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *