Redazione Paese24.it

Emergenza rifiuti. Monta la protesta dei cittadini a Rossano

Emergenza rifiuti. Monta la protesta dei cittadini a Rossano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Cittadini, esasperati per l’emergenza rifiuti, hanno bloccato, nel pomeriggio di martedì 19 maggio, Viale Sant’Angelo allo Scalo di Rossano. Sul luogo della protesta sono intervenuti, prontamente, gli agenti della Polizia di Stato e della Digos, del Commissariato di Corigliano-Rossano, coordinati dal Vice-Questore aggiunto Cataldo Pignataro per ripristinare l’ordine pubblico. Presenti anche gli agenti della Polizia Locale. Sul posto anche il sindaco Flavio Stasi, accompagnato anche dal vice-sindaco Claudio Malavolta, che ha ascoltato le istanze dei cittadini del popoloso quartiere che lamentano l’odore insopportabile dei rifiuti accumulati dinanzi ai cassonetti, da diversi giorni, i quali si trovano a pochi metri di distanza dalle loro case popolari.

La situazione, dopo qualche ora, è ritornata alla normalità con i residenti del popoloso quartiere nelle loro abitazioni. Rimane, comunque, l’emergenza rifiuti nella Città di Corigliano-Rossano ed in tutti i comuni calabresi a causa della chiusura degli impianti operanti in Calabria, ormai saturi, per quanto riguarda il conferimento e lo smaltimento degli stessi rifiuti. Intanto, si apprende, che sino al 30 giugno, la Puglia smaltirà una parte dei rifiuti prodotti in Calabria, con i dettagli, però, ancora da definire.

Antonio Le Fosse

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *