Redazione Paese24.it

La vicinanza di Corigliano-Rossano per la morte della sorella di Gattuso

La vicinanza di Corigliano-Rossano per la morte della sorella di Gattuso
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

«Ci lascia una profonda tristezza la notizia della prematura scomparsa di Francesca Gattuso, sorella dell’allenatore del Napoli ed ex giocatore del Milan, Rino, in più occasioni e da ultimo nell’emergenza Covid, dimostratosi sempre vicino alla sua comunità d’origine». È quanto dichiara il sindaco, Flavio Stasi, esprimendo a nome dell’Amministrazione comunale e della città tutta, i più sinceri sentimenti di vicinanza al Campione del Mondo e alla sua famiglia. Francesca Gattuso è morta ieri mattina nell’ospedale di Busto Arsizio (Varese) e Rino era a Napoli, pronto per l’allenamento quotidiano. A febbraio aveva avuto un malore ed era stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Francesca aveva 37 anni e nonostante la malattia con la quale conviveva dal 2017 (una forma di diabete particolarmente aggressiva) non ha mai smesso di essere forte e coraggiosa. Lascia un bimbo di appena 5 anni. La camera ardente sarà allestita oggi a Gallarate, Francesca resterà lì fino a domani alle 12.30. La salma sarà trasferita in Calabria e i funerali si svolgeranno a Corigliano venerdì. Perché Francesca voleva tornare nella sua terra, di cui era orgogliosa.

La notizia della morte di Francesca ha commosso tutto il mondo del calcio, sui social tifosi di tantissime squadre hanno inviato messaggi di cordoglio all’allenatore del Napoli. Tra questi il club del Milan, per cui Francesca lavorava. «Ha affrontato la malattia con la stessa carica e la stessa solarità con cui ha vissuto Milanello e il Milan ogni giorno. Rino, il tuo immenso dolore e quello della tua famiglia è anche il nostro».

Federica Grisolia

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *