Redazione Paese24.it

Stagione balneare ai tempi del Covid. A Corigliano-Rossano pronte le regole

Stagione balneare ai tempi del Covid. A Corigliano-Rossano pronte le regole
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

E’ stata pubblicata l’ordinanza del sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, che va a regolamentare la stagione balneare ormai prossima. Ne ha illustrato i dettagli l’assessore all’uso e assetto del territorio Tatiana Novello.

All’interno delle aree in concessione, al fine di evitare assembramenti, è possibile autorizzare strutture prefabbricate per servizi igienici e pronto soccorso, un chiosco omologato per la somministrazione di alimenti e bevande della superficie max di 25 mq. Considerati i tempi ristretti, l’esiguità degli interventi e i tempi limitati di utilizzo, non devono essere richiesti pareri agli altri enti. Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione; preferire l’accompagnamento all’ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente preparato (steward di spiaggia) che illustri ai clienti le misure di prevenzione da rispettare; rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale; eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo; privilegiare l’accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg; riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione tra gli utenti. I clienti dovranno
indossare la mascherina tutte le volte che non sono seduti al tavolo. – Sono, queste, solo alcune delle misure di prevenzione che dovranno adottare i detentori di concessione demaniale marittima con esercizi di somministrazione di pasti e bevande e di spiaggia attrezzata.

Per le spiagge libere il servizio di Protezione Civile predisporrà un’adeguata informazione, su apposita cartellonistica, comprensibile anche per cittadini non italiani, che illustri le misure di prevenzione da rispettare e la condotta da tenere sia in spiaggia che in acqua. Distanza di sicurezza interpersonale, uso delle mascherine, evitare assembramenti e seguire un comportamento responsabile. È obbligatorio assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone; tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri; è vietata la pratica di attività ludico-sportive di gruppo, che possono dar luogo ad assembramenti (beach volley, beach soccer, ecc…). Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf) possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.

Redazione

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *