Redazione Paese24.it

Lotta a criminalità organizzata. Encomio per i Carabinieri di Trebisacce

Lotta a criminalità organizzata. Encomio per i Carabinieri di Trebisacce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

In un Consiglio Comunale dimezzato per l’assenza della Minoranza il sindaco della città Franco Mundo, ha reso omaggio ai militari dell’Arma della Stazione di Trebisacce consegnando nelle mani del Comandante, Maresciallo Capo Natale Labianca, un Encomio Solenne «per aver coordinato e condotto con impegno e determinazione l’Operazione di Polizia Giudiziaria “Fiamme del tavoliere” con la quale l’Arma ha perseguito e debellato episodi di criminalità organizzata fortemente lesivi dell’ordine pubblico, della legalità e dell’immagine della città e inoltre per l’importante lavoro posto in essere quotidianamente nell’opera di prevenzione e di tutela del territorio”.

Per la cronaca il Maresciallo Capo Natale Labianca, di origini pugliesi ma ormai cittadino adottivo di Trebisacce, svolge da diversi anni servizio presso la Stazione dei Carabinieri di Trebisacce di cui è diventato Comandate circa due anni orsono a seguito della prematura scomparsa del compianto Maresciallo Vincenzo Bianco e dopo essere stato per diversi anni suo prezioso e inseparabile collaboratore nelle vesti di Vice-Comandante della stessa Stazione dell’Arma dei Carabinieri di Trebisacce. Come si ricorderà la suddetta Operazione di Polizia, denominata “Fiamme del Tavoliere”, dopo accurate indagini e appostamenti da parte delle Forze dell’Ordine coordinate dalla Procura della Repubblica di Castrovillari e supportate da personale della CIO del 14° Battaglione Calabria e da unità cinofile dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Calabria, nell’aprile del 2018 ha portato all’emissione di n. 5 misure cautelari in danno dei due capi dell’organizzazione e inoltre di una signora 70enne e di un ragazzo di 17 anni che veniva utilizzato come manovalanza e che, essendo minore, è stato collocato in una comunità.

Certo, la cerimonia di consegna del meritato riconoscimento al Maresciallo Labianca e ai suoi collaboratori avrebbe meritato la presenza compatta del Consiglio Comunale ma, come si saputo a posteriori, la Minoranza ha deciso di non presenziare all’evento non per mancanza di rispetto verso la Benemerita Arma dei Carabinieri ma perché, insieme a questo adempimento, il Consiglio aveva all’o.d.g. l’approvazione del Regolamento che disciplina l’elezione delle cariche istituzionali in seno al civico consesso, tra cui quella del Presidente del Consiglio Comunale. Modifica del Regolamento che, secondo la Minoranza, non sarebbe stato oggetto di confronto con l’Opposizione ma portato direttamente all’approvazione del Consiglio Comunale facendo venir meno, sempre a giudizio della Minoranza, quel confronto e quella interlocuzione istituzionale che sono alla base della democrazia. Per la cronaca il Consiglio Comunale è stato riconvocato per giovedì 23 luglio alle ore 12.30 per la modifica dell’Art. 15 dello Statuto Comunale inerente sempre la suddetta materia.

Pino La Rocca

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *