Redazione Paese24.it

Roseto, Società Salvamento recupera grossa boa in mare. Scongiurato pericolo per imbarcazioni

Roseto, Società Salvamento recupera grossa boa in mare. Scongiurato pericolo per imbarcazioni
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Recuperato da parte della Società Nazionale Salvamento, un gigantesco gavitello alla deriva nelle acque a largo di Roseto Capo Spulico (nelle foto). L’enorme boa, generalmente usata per definire il transito marittimo all’interno dei porti, è stata rinvenuta a circa tre miglia dalla costa, in corrispondenza della foce del Torrente Ferro che delimita i comuni di Roseto e Amendolara. Il Direttore della Società Nazionale Salvamento, sezione di Roseto Capo Spulico, e l’Istruttore Carmine Pirillo, impegnati in un giro di ricognizione nelle acque rosetane, hanno avvistato il galleggiante alla deriva e si sono prontamente adoperati per la messa in sicurezza dell’ambiente marino e per il recupero della boa.

Il gavitello, infatti, poteva rappresentare un serio pericolo per la navigazione, essendo quello specchio d’acqua costantemente attraversato da decine di piccole e medie imbarcazioni che ogni giorno raggiungono il largo. Le operazioni di recupero sono durate alcune ore: le dimensioni della boa e i pericoli che esso poteva comportare ha costretto i due uomini a raggiungere la costa a velocità molto sostenuta, in modo da poterne controllare l’andatura ed evitare danni all’imbarcazione.

A riva, il gavitello è stato preso in consegna dal Comandante Lanza della Delegazione di Spiaggia di Trebisacce e dal Sottocapo Motta, e dall’Assessore Rocco Fioravanti del Comune di Roseto Capo Spulico, il quale si è occupato della rimozione e dello smaltimento del gavitello. La Società Nazionale Salvamento, da sempre impegnata nella salvaguardia dell’ambiente marino, dimostra, ancora una volta, l’importanza di un lavoro svolto con passione e professionalità a tutela di un ecosistema ogni giorno più a rischio.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *