Redazione Paese24.it

«La Calabria ha bisogno di azioni concrete». Gruppo di docenti scrive a Conte

«La Calabria ha bisogno di azioni concrete». Gruppo di docenti scrive a Conte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Riceviamo e pubblichiamo

 

Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella,

Al Presidente del Consiglio  Giuseppe Conte,

Al Ministro della Sanità Roberto Speranza

Siamo un gruppo di docenti calabresi orgogliosi delle loro origini ed estremamente indignati dello stato in cui versa il sistema sanitario della nostra regione. Assistiamo inorriditi, all’incapacità di attivare un piano operativo di misure emergenziali per il contenimento del contagio. Più del coronavirus sulla Calabria pesa l’inefficienza delle varie figure che si rimpallano le responsabilità.

Siamo sicuri che avrete ricevuto altre lettere di cittadini che hanno a cuore il futuro di questa regione. Abbiamo deciso, comunque, di scrivere perché il silenzio malato di questa regione si trasformi in un urlo di civismo.

Abbiamo provato a fidarci di rappresentanti politici dei vari schieramenti sperando che qualcosa potesse cambiare e credendo ai loro programmi di risanamento, non solo della sanità. Constatiamo con dolore che il perseguimento di interessi individuali ha messo in pericolo la vita dei calabresi e questo non possiamo più permetterlo.

Siamo docenti di scuola superiore ed ogni giorno cerchiamo di dare il nostro contributo per far crescere una coscienza civile nelle giovani generazioni perché siamo convinti che ogni goccia di consapevolezza in più possa determinare il cambiamento e la presa di coscienza in una visione di cittadinanza attiva. Solo così possiamo sperare che questa regione possa cambiare pagina e passo.

Noi andremo avanti con coraggio e determinazione senza smettere di pretendere coraggio e determinazione anche da parte delle istituzioni. E’ un momento difficile per tutti, tutti viviamo un tempo di profonda preoccupazione. Tutti lottiamo contro un virus che si è insinuato nelle nostre vite costringendoci a rivedere le nostre priorità.  Da più parti sentiamo dire che la solidarietà possa essere la chiave per affrontare una sciagura di queste dimensioni. La solidarietà, tuttavia, ha bisogno di azioni concrete, di decisioni tempestive.

Leggere e comprendere la complessità dei fenomeni è ciò che anima noi docenti nella nostra attività quotidiana. Noi crediamo in una scuola che non si dedichi esclusivamente alla professionalizzazione ma in una scuola che formi le persone, ‘uno spazio formativo nell’età della complessità” come direbbe il  filosofo Prof. Mauro Ceruti. Il nostro vuole essere un appello accorato, questa regione non può più aspettare, non può più tollerare di essere amministrata da personaggi che non abbiano una visione rivolta al  bene comune.

In questo momento di altissima attenzione mediatica verso il Big Bang che ha travolto, e che speriamo possa spazzare via, i responsabili di tale disastro, noi chiediamo con forza il vostro personale impegno nonché l’impegno di tutto il governo ad intraprendere azioni, a fare scelte oculate e a vigilare sull’operato di coloro che andranno a ricoprire un ruolo importante in ambito decisionale.

Noi abbiamo scelto da che parte stare, dalla parte  di un commissario che deve avere la competenza, la sensibilità ed il polso per gestire le dinamiche culturali e politiche che caratterizzano il nostro territorio, una persona al di sopra di ogni sospetto etico e morale.

Buon Lavoro!

Vi salutiamo speranzosi e fiduciosi!!!

Maria Basile                                              

Mariangela Costanza              

Adele Dessì

Rita De Biase                                            

Carmela Bonifati                      

Lucrezia Grima

Milena Filomia                                          

Rosanna Afeltra                        

Patrizia Pastore

Antico Antonietta                                    

 Minella Bloise                          

Adele Bo

Maria Clara Donato                                  

Rossella Rotondaro                  

Paola Annichiarico

Rossana Cappelli                                      

Mariella Greco                          

Elvira Gullo

Renata Mobilio

Rita Bonifati

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *