Redazione Paese24.it

Farmacia Territoriale di Trebisacce. Lunghe attese per farmaci salva-vita. Chiesto intervento Asp

Farmacia Territoriale di Trebisacce. Lunghe attese per farmaci salva-vita. Chiesto intervento Asp
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Ridurre con urgenza i tempi di attesa per il ritiro dei farmaci e adeguare alla normativa anti-Covid la Farmacia Territoriale sita presso l’ex ospedale di Trebisacce. Lo chiedono con insistenza gli utenti che da tutto il Comprensorio dell’Alto Jonio si recano presso la Farmacia Territoriale per il ritiro di farmaci salva-vita per sè e/o per i propri familiari e che protestano per le lunghe attese davanti alla porta della Farmacia Territoriale dell’ex Ospedale. Del disagio e delle lamentele degli utenti si è fatto interprete e portavoce il sindaco della città Franco Mundo recatosi sul posto per verificare di persona i disagi a cui vanno incontro tanti cittadini che, provenienti da tutti i 16 Comuni del Distretto Sanitario “Jonio Nord”, sono assoggettati a intollerabili tempi di attesa che, secondo le loro lamentele affidate al web, qualche volta si allungano fino a 2-3 ore.

«E’ per questo che, – ha scritto il sindaco della città Franco Mundo – a seguito delle denunce di alcuni cittadini-utenti, ho ritenuto importante verificare di persona e intervenire su una situazione che non è più tollerabile». Il primo cittadino ha quindi scritto al Commissario dell’Asp di Cosenza Cinzia Bettelini e al Dipartimento per le Farmacie Territoriali della Provincia per segnalare i disagi e le lunghe attese a cui vanno incontro gli utenti della Farmacia Territoriale di Trebisacce. Allo stesso tempo – ha aggiunto nella missiva il Sindaco Mundo – ho verificato la completa assenza delle misure di sicurezza anti-Covid necessarie per evitare rapporti ravvicinati e pericolosi tra i pazienti e i familiari che si recano in Farmacia per il ritiro dei farmaci. Ho chiesto inoltre – ha concluso il Sindaco Mundo – l’adozione delle opportune integrazioni dei relativi capitoli di spesa al fine di non creare eventuali disservizi anche nel Servizio di Dialisi, i cui pazienti, permanendo al minimo la disponibilità economica, rischiano di non poter acquistare i relativi farmaci».

L’iniziativa di scrivere ai vertici aziendali e di sollecitare da parte loro interventi urgenti oltre che da numerosi utenti della Farmacia Territoriale che hanno giudicato “apprezzabile e doverosa” l’intervento del sindaco Franco Mundo, è stata molto apprezzata dal Dr. Leonardo Diodato di Villapiana che, come del resto tutti i Medici di famiglia, operano in prima linea sia per la cura dei pazienti oncologici che per l’assistenza alle emergenze sanitarie da Coronavirus. «In realtà – ha scritto il Medico Villapianese – il Sindaco di Trebisacce ha sollevato un problema serio, che provoca gravi disagi ai pazienti che attendono, spesso in tempi stretti, farmaci salva-vita. Speriamo perciò – ha commentato il Dr. Diodato – che il grido di dissenso e la richiesta avanzata vengano recepiti e vengano adottati i necessari provvedimenti per rendere il servizio più celere, almeno nella consegna a domicilio dei farmaci salva-vita ai malati terminali».

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *