Redazione Paese24.it

«Versi nel vento», raccolta poetica con prefazione del maestro Alessandro Quasimodo

«Versi nel vento», raccolta poetica con prefazione del maestro Alessandro Quasimodo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

La poesia è un bisogno irrinunciabile, anche in una società distratta come quella odierna

Luigi Torsello ritorna in libreria con una bella raccolta di poesie, dal suggestivo titolo “Versi nel vento”, editata dalla Aletti, e con l’encomio da parte di Alessandro Quasimodo, figlio del grande Salvatore, il poeta siciliano tra i più rappresentativi del Novecento italiano, che vinse il Premio Nobel per la Letteratura nel 1959. Quasimodo junior – anch’egli legato al mondo poetico, essendo autore, attore e regista teatrale specializzato in poesia – ha, infatti, curato la prefazione del libro, usando parole di grande apprezzamento per quest’opera che ha paragonato alle poesie dei “Crepuscolari”, ed in particolare a quelle di Sergio Corazzini. «Luigi Torsello, privilegiando un andamento prosastico, tipico della conversazione, si accorge che gli uomini sono distratti, lontani dalla poesia, che sembra svanire nell’aria, dimenticata – si legge nella premessa, ricalcando il significato del titolo scelto dall’autore -. Occorre re­cuperare la semplicità, il rapporto con gli altri, in una dimensione profonda. Condividere è una meta difficile perché si avverte tanta indifferenza e ostilità: “…guardo / e vedo solo uomini chiusi dentro scrigni, / serrati dall’interno…/ Cerco di ascoltare, / senza riuscire a comprendere / se c’è una chiave adatta, / capace di aprire / quegli scrigni”».

Si percepisce una solitudine dell’umanità, un’indifferenza profonda, contro cui il poeta cerca di lottare, come testimoniano proprio le parole della poesia che dà il titolo alla raccolta e che è posta in apertura: “Versi nel vento, sono i miei versi, / che fanno fatica a sensibilizzare / anime piene di indifferenza, / fastidiose, / come latrati di cani. // Io però continuo a scrivere versi nel vento”. Come un moderno Don Chisciotte, Torsello non rinuncia alla poesia e, contro l’ostilità, l’impassibilità della gente, continua a inseguire tenacemente il suo obiettivo di risvegliare, grazie a questa meravigliosa arte, coscienze assopite. C’è uno spiraglio di luce che si apre se solo si prova a  ricercare il senso profondo del vivere, soffermandosi sulle bellezze della vita, sulle meraviglie della natura, sul calore degli affetti, sul ricordo di chi non c’è più e che continua a vivere in chi resta, attraverso la valorizzazione dei momenti trascorsi insieme. A volte, per apprezzare la vita, è sufficiente osservare un sorriso. «Suoni, vibrazioni cromatiche e parole si fondono in un’armonia di notevole equilibrio» commenta infine Quasimodo, sigillando un giudizio lusinghiero.

È un’indole, quella del poeta, propensa all’apertura verso il mondo, verso gli altri, affascinata dalle relazioni che potrebbero nascere da un rapporto costruttivo tra le persone; tutte tematiche che attraversano il libro e che ne costituiscono la poetica. Torsello, leccese di origine, è poeta, pittore e ceramista e proprio a Lecce, nel lontano 1979, fresco di diploma al Liceo Artistico Statale, ha organizzato e realizzato la sua prima personale di pittura e grafica. La vita, poi, lo ha portato a Roma, dove tutt’ora risiede, e prosegue un’intensa attività artistica, condivisa anche insieme alla compianta moglie (anche lei immersa nel mondo dell’arte), appassionandosi alla ceramica e frequentandone molte botteghe, fino a dar vita alla collettiva di pittura e ceramica a Palazzo Barberini a Roma, presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate d’Italia. C’è sincerità e coerenza tra l’artista e l’uomo, che si riflette in questi versi che ci attirano proprio per la loro autenticità e per la scelta di un linguaggio vero, immediato che, allo stesso tempo, vibra di emozioni e di sogni. E di quelle speranze che, seppur dovessero restare soltanto chimere, fanno risplendere la vita.

Redazione

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments