Redazione Paese24.it

Castrovillari, un ambiente rinnovato accoglie i bambini per il ritorno a scuola

Castrovillari, un ambiente rinnovato accoglie i bambini per il ritorno a scuola
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Alla vigilia della riapertura delle scuole dell’Infanzia, Elementari e Medie, che avverrà domani (3 dicembre), questa mattina, il sindaco, Mimmo Lo Polito, accompagnato da alcuni assessori e consiglieri comunali, presente il dirigente dell’Istituto, Giuseppe Antonio Solazzo, e qualche docente, ha inaugurato la nuova sede scolastica delle elementari di via Roma, intitolata al Sottotenente di Vascello, il castrovillarese “Vittorio Squillaci” (per il quale erano presenti alcuni familiari e il presidente del Gruppo dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia-Cosenza), a conclusione di lavori che hanno riguardato il completamento delle aule del primo e secondo piano con efficientamento energetico e sistemazione esterna grazie ad un finanziamento nazionale delibera CIPE 26/2016 Fondo Sviluppo e Coesione 2014/2020 – Piano per il Mezzogiorno – attraverso la Regione Calabria per un importo di 649mila 107,40 euro con una compartecipazione aggiuntiva del Comune pari a oltre 13mila euro per un totale di 662.286,91 euro.

Questi interventi di adeguamento garantiscono condizioni di benessere ottimali per gli alunni con risparmi sulla spesa energetica. «Sicuramente un valore aggiunto – hanno precisato il primo cittadino e il dirigente Solazzo porgendo il saluto agli intervenuti – in questo particolare momento storico per le attività scolastiche che riprendono, salvaguardando salute ma anche esigenze di apprendimento in presenza che oggi, in città, registrano una maggiore offerta di ambiti a servizio delle occorrenze educative».

«Siamo certi e non siamo gli unici a pensarlo – ha aggiunto Lo Polito, a margine della semplice cerimonia dopo aver ringraziato impresa e direttori dei lavori e ricordato l’impegno che sta portando avanti l’Amministrazione sulla prevenzione dal covid anche attraverso l’effettuazione dello screening sui docenti -, che la didattica e l’apprendimento dei ragazzi abbiano bisogno di spazi adeguati e sicuri».

Federica Grisolia

 

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments