Redazione Paese24.it

Focolaio Covid a Terranova da Sibari. Sindaco corre ai ripari con ordinanza restrittiva

Focolaio Covid a Terranova da Sibari. Sindaco corre ai ripari con ordinanza restrittiva
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Da oggi e sino al 30 dicembre l’Italia è in zona arancione Ma questo provvedimento nazionale è stato inasprito ieri sera con un’apposita ordinanza dal sindaco di Terranova da Sibari, Luigi Lirangi che ha previsto misure più restrittive per il suo comune alla luce di una impennata di contagi registrata in questi giorni di Natale. Si tratta, al momento, di positivi al tampone rapido che dovranno sottoposti a tampone molecolare Asp per l’ufficialità. Dai test effettuati a pagamento e con l’ausilio di un laboratorio privato, nei giorni del 24 e 26 dicembre, sono risultate positive 17 persone, quasi tutte collegate tra loro.

Ed ecco che per spegnere sul nascere questo focolaio il sindaco ha firmato una ordinanza con la quale, sino a nuove disposizioni, vieta l’ingresso e l’uscita dal comune di Terranova da Sibari; ordina di fare la spesa soltanto nel proprio comune e con ingressi contingentati. Queste alcune delle misure previste. Il sindaco, in un video messaggio ai cittadini denuncia pubblicamente l’incoscienza di numerosi cittadini che ancora oggi si permettono il lusso di circolare senza mascherina, “mancando di rispetto – dice il sindaco – soprattutto alle altre persone, che per fortuna sono la maggioranza e ringrazio, che si impegnano nel rispetto delle regole”. L’inasprimento delle misure a tutela della salute pubbliche era stato auspicato dal Comitato per la Difesa e la Promozione della Sanità Pubblica Pollino che chiede, altresì, di mettere a disposizione della cittadinanza, vista la straordinarietà delle circostanze, i tamponi gratuiti e non a pagamento.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments