Redazione Paese24.it

Elezioni Regionali. Ecco i primi candidati dell’Alto Jonio

Elezioni Regionali. Ecco i primi candidati dell’Alto Jonio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Per il 14 febbraio 2021 sono state fissate le Elezioni Regionali in Calabria, purtroppo anticipate a causa della prematura scomparsa della presidente in carica Jole Santelli. E’ facile immaginare come la data, nonostante di carattere ufficiale, sia comunque sub iudice per via della pandemia in atto. Nel frattempo comunque gli attori della contesa non stanno a guardare e, seppur ancora sotto traccia, affilano le armi. Non si muove sotto traccia invece il candidato Carlo Tansi, ex capo della Protezione Civile Calabria e già candidato alla scorsa tornata regionale, che sta già annunciando i nomi dei candidati delle sue liste.

Proprio al fianco di Carlo Tansi ci sono i primi due nomi di candidati dell’Alto Jonio Cosentino, entrambi di Trebisacce. Si tratta di Mariella Gioia, docente di materie economico-giuridiche presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Filangieri” di Trebisacce e moglie del compianto Mariano Bianchi, ex sindaco della cittadina jonica; e Andrea Petta, funzionario dell’Agenzia delle Entrate e attualmente consigliere comunale eletto nella maggioranza ma oggi di fatto dissociato dopo aver creato un gruppo consiliare autonomo. I due cittadini trebisaccesi correranno nella lista “Calabria pulita”. Non è affatto escluso che l’Alto Jonio possa proporre altri candidati. Se ne attendono almeno altri due, uno per il Centrodestra e un altro per il Centrosinistra, con qualche sindaco fortemente interessato. Bocche cucite ancora per quanto riguarda i candidati governatori dei due schieramenti maggiori. Anche se per il Centrodestra al momento i nomi più accreditati, entrambi di Forza Italia, sembrano essere quello dell’assessore regionale in carica, Gianluca Gallo e quello del deputato Roberto Occhiuto, fratello di Mario, sindaco di Cosenza. Anche se da Roma potrebbe arrivare il via libera, per la seconda volta consecutiva, sul nome di una donna.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments