Redazione Paese24.it

La polemica corre sull’asse Trebisacce-Villapiana. Rizzuto replica a Mundo sul ruolo di Sposato

La polemica corre sull’asse Trebisacce-Villapiana. Rizzuto replica a Mundo sul ruolo di Sposato
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Nessuna commistione di ruoli e nessun favoritismo politico: quello che l’imprenditore Sposato fa a favore del comune di Villapiana, lo fa come titolare della sua azienda e non come esponente politico e capogruppo di Minoranza nel consiglio comunale di Trebisacce.  In ogni caso pensavo e mi auguravo che con la vittoria del centrosinistra a Trebisacce i rapporti tra i due comuni si cementassero e invece sono costretto a registrare attacchi che non fanno onore al ruolo istituzionale di chi se ne fa interprete». E’ quanto ha dichiarato  il sindaco di Villapiana Roberto Rizzuto in risposta al sindaco di Trebisacce Franco Mundo che, nel corso della conferenza-stampa sui primi 100 giorni di vita amministrativa, ha affermato che il capo dell’Opposizione (Sposato, ndr) avrebbe messo in atto comportamenti che danneggerebbero il comune di Trebisacce a vantaggio di Villapiana.

L’allusione è riferita alla costruenda superstrada a 4 corsie nella quale l’imprenditore Sposato è coinvolto come impresa di fiducia della Astaldi-Impregilo che risulta essere la concessionaria dell’appalto. «L’imprenditore Sposato, in quanto direttore della BSV, la società municipalizzata che gestisce tra l’altro il servizio di nettezza – ha aggiunto Rizzuto – fa gli interessi di Villapiana e lo fa a titolo completamente gratuito, producendo così importanti economie per il nostro comune, mentre gli interessi del comune di Villapiana, anche in riferimento alla nuova S.S. 106, li tutela il sindaco in prima persona e non c’è bisogno di alimentare sospetti e dissapori tra due comuni contermini che hanno invece tutto l’interesse a viaggiare a braccetto su tutte le problematiche che riguardano il territorio». Altro capitolo è stato invece riservato alla segretaria del comune di Villapiana dottoressa Loredana Latronico, accusata dal delegato all’Ambiente Gianpaolo Schiumerini di essere l’ispiratrice delle forze di Minoranza in seno al consiglio comunale di Trebisacce, la qual cosa, secondo Schiumerini, sarebbe istituzionalmente scorretto in quanto l’interessata riveste il ruolo di funzionario del Ministero degli Interni. «Il comune di Villapiana – ha dichiarato in proposito il sindaco Rizzuto – ha nella dottoressa Latronico un ottimo funzionario e come tale ha tutta la nostra stima e considerazione. Se poi la dottoressa Latronico, al di fuori del proprio ambito lavorativo, svolge un ruolo di supporto alla Minoranza del comune di Trebisacce, sono fatti suoi, sui quali non è legittimo da parte nostra entrare per esprimere nostre valutazioni. In ogni caso – ha aggiunto Roberto Rizzuto – il mio interlocutore istituzionale anche in questo caso è il sindaco di Trebisacce e non chi non è parte integrante dell’amministrazione comunale».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *