Redazione Paese24.it

Ad Amendolara vince la diversità. Bambini a scuola con i calzini spaiati

Ad Amendolara vince la diversità. Bambini a scuola con i calzini spaiati
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Chi non ha mai perso i calzini in lavatrice non riuscendo più a riaccoppiarli o non ha pensato di farne diventare una moda nell’era della stravaganza? Eppure oggi, 5 febbraio, questo diventa un modo per sensibilizzare sulla diversità e l’autismo. La Giornata dei Calzini Spaiati è nata, otto anni fa, dall’idea di una maestra della scuola Primaria di Terzo di Aquileia (Udine), come metafora della diversità in quanto colore, lunghezza, forma e dimensione non cambiano la natura delle cose: sono sempre e comunque dei calzini, perfettamente in grado di svolgere la loro funzione, magari con un tocco di fantasia in più.

Anche l’Istituto Comprensivo di Amedolara-Roseto-Oriolo, guidato dalla dirigente scolastica Magda Berloco, nello specifico la scuola dell’Infanzia e la scuola Primaria di Amendolara, ha aderito all’iniziativa, facendo indossare ai piccoli allievi calzini rigorosamente spaiati da immortalare con gli scatti fotografici e scrivendo semplici pensieri sui quaderni.

Capire il bello della diversità, tutti uguali diventare ci farà”; “si può essere diversi e divertenti, si può essere distinti e differenti” – solo alcune delle riflessioni che dimostrano la sensibilità dei bambini. Essere diversi non significa essere “peggiori”, ma semplicemente guardare l’altro senza giudicare, con spirito di curiosità, consapevoli che la diversità è una ricchezza.

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments