Redazione Paese24.it

Dal PD di Castrovillari duro affondo su Spirlì. «Gravi errori nella gestione Covid. Dilettanti allo sbaraglio»

Dal PD di Castrovillari duro affondo su Spirlì. «Gravi errori nella gestione Covid. Dilettanti allo sbaraglio»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Il presidente f.f. della nostra Regione, Antonino Spirlì (nella foto), ci sta conducendo allo sbando più totale. Per quanto attiene la gestione dell’emergenza Covid e della susseguente fase vaccinale sta commettendo gravissimi errori, uno dietro l’altro, dimostrando di approcciare questa delicatissima problematica in maniera assolutamente pressapochista e improntata alla più assoluta improvvisazione. Roba, davvero, da dilettanti allo sbaraglio. I cittadini calabresi non meritano questo trattamento e questa pseudo classe dirigente. E’ il duro affondo del segretario del circolo cittadino del Partito Democratico di Castrovillari, Giovanni Fazio.

Fazio ricorda le ordinanze di chiusura delle scuole poi bocciate dal Tar, invitando il presidente facente funzioni ad affrontare con cognizioni di causa queste situazioni in quanto non è consentito scherzare, soprattutto in periodi come questi, con la vita dei cittadini. Invece sulla recente notizia di voler cambiare destinazione d’uso all’ospedale da campo di Cosenza, trasformandolo in un Punto Vaccini, il segretario del PD di Castrovillari si chiede se in un situazione drammatica come questa è proprio il caso di sottrarre al sistema altri posti letto Covid, visto che l’ospedale “Annunziata” è già saturo. «Possibile – si chiede Fazio – che nella città di Cosenza non si trovino altre strutture o locali idonei da destinare alla campagna di vaccinazione?», facendo riferimento proprio a Castrovillari, dove il Punto Vaccini per il personale scolastico è stato allestito all’intero di una scuola.

«Nel frattempo – continua Fazio – stiamo ancora vaccinando gli ultra ottantenni, mentre i soggetti fragili attendono, con preoccupazione, di capire come e quando potranno prenotarsi». Invece, per quanto riguarda la questione dei laboratori privati da individuare in Calabria per processare i tamponi, dando così un sostegno alla sanità pubblica in difficoltà, il segretario del PD di Castrovillari sostiene che questa iniziativa si presenta come «la certificazione del fallimento di questa politica regionale. Da mesi, Dirigenti di laboratori pubblici, come la Dirigente del laboratorio di analisi del nostro Ospedale cittadino, chiedono l’adeguamento delle strutture stesse, attraverso investimenti irrisori, al fine di poter processare i tamponi molecolari. La Regione cosa fa, invece? Se ne lava le mani, non programma e non organizza un bel niente e, alla fine, si affida ai privati».

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments