Redazione Paese24.it

Trebisacce, Protezione civile incontra il territorio. «No alla cultura della speranza. Si a consapevolezza»

Trebisacce, Protezione civile incontra il territorio. «No alla cultura della speranza. Si a consapevolezza»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si è svolta a Trebisacce, nella sala consiliare, la riunione tecnico – operativa sulla pianificazione del rischio sismico (nella foto). Erano presenti: la Regione Calabria – Settore Protezione Civile con il Dirigente Dr. S. Mazzeo e il Resp. dell’Articolazione Rischio Sismico Ing. E. D’Andrea; l’Unità Operativa di Cosenza con il Resp. Dr. G. Rizzuto; l’Assessore alla Protezione Civile della Provincia di Cosenza B. Diana e il Settore Protezione Civile della Provincia di Cosenza. Hanno partecipato: i sindaci e i Resp. degli Uffici Tecnici dei Comuni del C.O.M. n. 2 (i 16 Comuni dell’Alto Jonio), il Corpo Forestale dello Stato di Trebisacce con il Comandante D. Affuso; la Polizia Provinciale e le Associazioni di Volontariato. Nella stessa riunione è stata presentata la guida pratica “IMPARIAMO A DIFENDERCI DAI RISCHI COME COMPORTARSI IN CASO DI…” predisposta dall’Amministrazione Comunale di Trebisacce. La suddetta guida pratica sarà distribuita successivamente a tutta la popolazione di Trebisacce e servirà a dare a tutti i cittadini una basilare informazione ed una serie di consigli utili per meglio conoscere i comportamenti da assumere nel caso di eventi calamitosi che potrebbero verificarsi.

Dopo l’apertura dei lavori da parte del sindaco di Trebisacce Franco Mundo, è intervenuto il dr. Mazzeo che ha ricordato che l’attività di prevenzione del Settore Protezione Civile Regionale è in atto da circa due anni e ha ricordato ancora una volta alle Amministrazioni Comunali di predisporre la pianificazione di emergenza e di pubblicizzarla alla popolazione. Inoltre lo stesso ha ricordato ai presenti che viviamo in una regione dove tutti i Comuni sono in zona 1 e 2, le massime dal punto di vista sismico. “La popolazione deve essere informata dei comportamenti da assumere al verificarsi di situazioni di emergenza – continua Mazzeo – bisogna cambiare la cultura e la filosofia di pensiero si deve guadagnare quella cultura della consapevolezza e non quella della speranza che la calamità non si verifichi”. Dopo vari intereventi dei sindaci, spazio all’Assessore alla Protezione Civile per il Comune di Trebisacce, Dino Vitola che  ha auspicato incontri mensili con tutti i Comuni al fine di evidenziare le problematiche inerenti.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *