Redazione Paese24.it

Rocca Imperiale. Al Centro Vaccinale arriva il Pfizer. Primo giorno da “tutto esaurito”

Rocca Imperiale. Al Centro Vaccinale arriva il Pfizer. Primo giorno da “tutto esaurito”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

La Zona Rossa stabilita da una recente ordinanza della Regione per via dell’importante aumento di contagi da Covid-19 negli ultimi giorni non ha impedito al Centro Vaccinale di Rocca Imperiale (nella foto) di inaugurare le tanto attese operazioni. Il Centro allestito presso il Poliambulatorio, tra la Marina e il Paese, ha aperto i battenti ieri (mercoledì) facendo registrare il “tutto esaurito” tra i prenotati. Infatti dei 96 soggetti “fragili” prenotati, nessuno ha voluto mancare all’importate appuntamento. Sono state inoculate 48 dosi del vaccino Pfizer-BioNTech al mattino e altre 48 al pomeriggio del siero appunto indicato dal Ministero della Salute per i soggetti fragili a cui è stato assegnato un apposito codice di esenzione dal Sistema Sanitario Nazionale.

Pertanto il Centro Vaccinale di Rocca Imperiale (aperto dalle ore 9 alle ore 19), al momento, è disponibile in piattaforma, o tramite prenotazione via sms, soltanto per quelle persone con queste caratteristiche, come ci conferma anche il dottor Pietro Bloise – uno dei medici responsabili delle vaccinazioni – con cui abbiamo fatto il punto sulle operazioni appena cominciate a Rocca Imperiale e che per i “fragili” continueranno per tutto il week-end, con una eventuale possibilità – ancora tutta da verificare – di aprire alle altre categorie già dalla prossima settimana.

«Siamo molto soddisfatti dopo la prima giornata di vaccinazione – ha commentato il dottor Bloise -. Grazie alla disponibilità del vaccino apposito nessun soggetto fragile è rientrato a casa senza aver effettuato la vaccinazione. Nella prima giornata sono giunte a Rocca Imperiale numerose persone anche da altri paesi, ma comunque possiamo dire che si è trattata di una affluenza circoscritta al territorio dell’Alto Jonio. Cassano allo Ionio e San Lorenzo Bellizzi i comuni più distanti».

A collaborare per una buona riuscita delle operazioni di vaccinazione, oltre ai medici Pietro Bloise e Salvatore Presta, anche gli infermieri Salvatore Valente, Lena Gentile. Mentre la volontaria della associazione locale di Misericordia, Maria Antonietta Martorella, si occupa dell’accoglienza e del protocollo d’ingresso nella struttura. Lo staff si completa anche di una equipe amministrativa addetta al disbrigo della burocrazia.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments