Redazione Paese24.it

All’Università della Calabria arriva il corso di laurea in Medicina

All’Università della Calabria arriva il corso di laurea in Medicina
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

L’Anvur (Agenzia nazionale per la valutazione del Sistema universitario e della Ricerca) ha autorizzato l’attivazione di tutti i nuovi corsi di studio proposti dall’Università della Calabria, compresa l’innovativa laurea in Medicina e Tecnologie digitali, interateneo con Catanzaro. Dall’anno accademico 2021/2022, quindi, l’offerta formativa dell’Unical si amplia con l’avvio dei corsi in: Medicina e Tecnologie Digitali, Mediazione Linguistica, Media e Società digitale, Scienze dell’educazione (sdoppiamento), Scienza e Ingegneria dei materiali. E’ la stessa Università della Calabria a comunicare queste importanti novità.

Medicina e Tecnologie digitali è il nuovo corso di studi che appartiene alla classe di lauree in “Medicina e Chirurgia”. Durerà quindi sei anni, ma il percorso definito dall’Unical – insieme all’Università Magna Graecia di Catanzaro – permetterà agli studenti di conseguire, con il superamento di pochi esami aggiuntivi, una doppia laurea: quella in Medicina e il titolo triennale in Ingegneria Informatica, curriculum Bioinformatico. Per i primi tre anni i corsi si terranno all’Unical e per i successivi tre a Catanzaro. Per ottenere l’iscrizione al corso, è necessario sostenere e superare la prova d’ammissione a Medicina e Chirurgia. In fase di prima attivazione sono previsti 60 posti.

L’obiettivo è quello di formare i medici del futuro: professionisti che, alla preparazione in campo sanitario, uniranno forti competenze in Intelligenza artificiale, Robotica, Data science, Ingegneria bioinformatica, Data mining. Si tratta di settori che stanno conquistando un ruolo sempre più importante in medicina, con applicazioni che riguardano la prevenzione, la diagnostica, la chirurgia e l’oncologia di precisione, la riabilitazione, lo sviluppo di farmaci e di terapie personalizzate, ma anche la gestione delle emergenze e la programmazione.

Redazione

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments